Crea sito

Pucce salentine

Pucce salentine, prodotto tipico del Salento, un impasto ricco di olive nere daranno forma alle classiche pucce, le quali si prestano ad essere farcite con saporiti salumi, formaggi, verdure, pomodoro/tonno/uova … il piacere nel gustarli non ha paragoni.

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo8 Ore
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana
253,64 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 253,64 (Kcal)
  • Carboidrati 44,17 (g) di cui Zuccheri 2,13 (g)
  • Proteine 7,30 (g)
  • Grassi 6,54 (g) di cui saturi 1,11 (g)di cui insaturi 2,14 (g)
  • Fibre 2,18 (g)
  • Sodio 731,15 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 100 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti per la preparazione

  • 600 gFarina 0
  • 350 mlAcqua
  • 2 cucchiaiOlio extravergine d’oliva
  • q.b.Sale
  • 200 gOlive nere (Snocciolate)
  • 5 gLievito di birra fresco
  • 1 cucchiainoZucchero
Ti può essere utile visionare gli strumenti utilizzati per la preparazione della ricetta

Preparazione delle “pucce salentine”

  1. Sciogliere il lievito di birra fresco in 100 ml di acqua tiepida. Versare in una ciotola la quantità indicata di farina, olio evo, lo zucchero, il lievito di birra sciolto, la restante acqua e il sale. Integrare e lavorare bene tutti gli ingredienti.

  2. Tagliare a pezzetti le olive nere.

  3. Adagiare il panetto di pasta su un piano da lavoro infarinato, con le mani aprire il l’impasto, aggiungervi le olive tagliate, lavorare l’impasto integrando uniformemente le olive nere. Ungere con olio una ciotola di vetro, riporvi l’impasto e fare lievitare in forno spento con la sola luce accesa (30°C) per 6/8 ore o comunque fino al raddoppio, coprire la ciotola con pellicola alimentare bucherellata.

  4. Rivestire con carta forno una teglia o la leccarda. Dall’impasto mozzare delle palline da 30 g se si desidera realizzare dei bocconcini o da 50 g se si desidera avere un prodotto più grande da farcire. Sistemare le pucce sulla teglia in modo ordinato e distanziato, coprire con pellicola alimentare e riporre in forno spento con la luce accesa (30°C) per altre 2 ore. Estrarre la teglia dal forno e portare il forno a 200°C infornare al raggiungimento della temperatura, cuocere per circa 25 minuti o comunque fino ad ottenere la doratura desiderata. Il profumo che si diffonderà in cucina non ha paragoni, a cottura avvenuta estrarre dal forno.

  5. Fare raffreddare le pucce salentine prima di farcirle altrimenti si possono già gustare ben calde.

  6. Ora non resta che gustarle …

Paola ti consiglia …

… sai che:

– si può utilizzare la semola

– è necessaria la doppia lievitazione

– conservare in contenitore idoneo e protetto

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.