Crea sito

Piccantino calabrese

Piccantino calabrese è una preparazione molto piccante e gustosa, ne esistono diverse versioni molto spesso influenzati dal luogo di provenienza, vi è la “bomba calabrese” realizzata con i soli peperoncini piccanti, oppure l’altra variante che è quella preparata con melanzane, peperoni e altre verdure. Con le melanzane sott’olio, le zucchine, i fagiolini e i pomodori sott’olio sono le conserve più comuni che si mettono in dispensa e sempre pronte da servire. Ottimo servito con del pane tostato, sulla pizza, in un panino oppure con un buon tagliere di formaggi.

  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione25 Minuti
  • Tempo di riposo6 Giorni
  • CucinaItaliana

Ingredienti per la preparazione

  • 1 kgmelanzane
  • 1 kgpeperoni rossi
  • 200 gpeperoncini piccanti
  • 100 gpomodori secchi
  • 2 spicchiaglio
  • 50 gbasilico
  • 200 gsale grosso
  • 1 lolio extravergine d’oliva
  • 500 mlaceto di vino bianco

Strumenti utilizzati

  • Contenitore
  • Barattolo
  • Coltello
  • Cucchiaio
  • Schiacciapatate

Preparazione del “piccantino calabrese”

  1. Lavare ed eliminare eventuali parti di scarto dalle melanzane, peperoni, aglio, peperoncini. Tagliare il tutto in piccoli pezzi aggiungendo i pomodori secchi e il basilico, mescolare tutti gli ingredienti, in un capiente contenitore alternare a strati le verdure con il sale grosso fino ad esaurire il tutto. Posizionare sull’ultimo strato un piatto con un peso in modo da premere sulle verdure per 24 ore. Il giorno successivo scolare la preparazione dall’acqua di vegetazione e preparare una soluzione con aceto di vino bianco e acqua a sufficienza a coprire tutti gli ingredienti, tenere a bagno per 5 ore. Scolare e strizzare le verdure con lo schiacciapatate al fine di eliminare l’eccesso di liquido.

  2. Con l’aiuto di un robot da cucina triturare le verdure grossolanamente, versare il trito in una ciotola e condire con olio. Mescolare in modo da distribuire perfettamente l’olio, coprire il contenitore e lasciare a riposo alcuni giorni avendo l’accortezza di mescolare più volte al giorno ed eventualmente aggiungere olio.

  3. Invasare il piccantino calabrese in vasetti aggiungendo l’eventuale olio di copertura. Il nostro piccantino calabrese è pronto per essere messo in dispensa e gustato nei vostri buffet accompagnando con pane e formaggi.

Paola ti consiglia …

… sai che:

– è possibile aumentare o diminuire la quantità di peperoncino piccante a proprio gusto

– volendo si possono aggiungere dei capperi dissalati e ben asciutti e dell’acciuga

– per un gusto meno marcato si può sostituire l’olio evo con olio di girasole

– il piccantino calabrese deve essere sempre coperto di olio

– sanificare i barattoli rispettando le norme vigenti

– eliminare il prodotto se presenta muffe o fermentazioni

– si conservano per lungo tempo

Strumenti utili:

12 barattoli 500 ml

https://www.amazon.it/dp/B01NAJ503A/?tag=gz-blog-21&ascsubtag=0-f-n-av_unavitaincucina

3 barattoli colore 400 ml

https://www.amazon.it/dp/B072FTQ93S/?tag=gz-blog-21&ascsubtag=0-f-n-av_unavitaincucina

Tritatutto a 4 lame

https://www.amazon.it/dp/B00405RLBM/?tag=gz-blog-21&ascsubtag=0-f-n-av_unavitaincucina

Schiacciapatate

https://www.amazon.it/dp/B08BZCBR7Q/?tag=gz-blog-21&ascsu tagliare=0-f-n-av_unavitaincucina

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.