Crispelle con uvetta

Crispelle con uvetta, versione dolce delle buonissime frittelle della tradizione calabrese … Le crispelle vengono arricchite con uvetta, zucchero e aromi, morbidissime e dal gusto straordinario, solitamente si preparano il giorno della ricorrenza della festa dell’immacolata dell’8 Dicembre, per la vigilia di Natale e di Capodanno, il loro profumo e gusto pervade aria e anima ma si possono gustare ogni qualvolta si desidera.

Crispelle con uvetta
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo8 Ore
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni8
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

500 g farina
350 ml acqua
100 g uvetta
q.b. scorza di limone
10 g lievito di birra fresco
60 g zucchero
200 ml olio di arachide

Strumenti

link e strumenti utilizzati nella ricetta

Passaggi

Preparazione delle “crispelle con uvetta”

Mettere a bagno l’uvetta. Sciogliere il lievito di birra in un bicchiere d’acqua tiepida. In una capiente ciotola di vetro versare la farina, aggiungere il lievito disciolto, la restante acqua, circa 40 g di zucchero, la scorza grattugiata di mezzo limone con buccia edibile, aggiungere l’uvetta ammollata e asciutta, impastare energicamente integrando tutti gli ingredienti. L’impasto risulterà molto morbido, raccogliere la pasta attorno le pareti della ciotola con una spatola unta. Coprire con pellicola protettiva e riporre nel forno con la sola luce accesa per circa 8 ore. Versare in una padella antiaderente dell’olio adatto alla frittura, scaldare l’olio con una fiamma media, ungere un cucchiaio e prelevare una parte d’impasto e versarli nell’olio caldo, dorare le crispelle da ambo i lati. Scolare l’eccesso di unto su carta assorbente.

Avvolgere le frittelle nello zucchero semolato e le nostre buonissime crispelle con uvetta sono pronte per essere gustate .

Paola ti consiglia
… sai che:
– puoi aggiungere dell’aroma di vaniglia nell’impasto
– puoi avvolgere le frittelle nello zucchero aromatizzato alla cannella
– gustare subito o successivamente scaldando leggermente il prodotto
– conservare in contenitore idoneo e protetto

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.