Crea sito

Pesche sciroppate

Pesche sciroppate, in pochi e semplici passaggi subito pronta una conserva da consumare fuori stagione. Per la preparazione si prediligono le pesche percoche gialle o bianche perché hanno una polpa ben compatta inoltre possiedono un profumo e un sapore intenso.

  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per la preparazione

  • 1 kgpesche Percoche
  • 1 lacqua
  • 500 gzucchero
  • 1limone

Strumenti utilizzati

  • Pentola
  • Ciotola
  • Coltello
  • Vasetto

Preparazione delle “pesche sciroppate”

  1. Scegliere la frutta sana, matura e ben soda. Porre sulla fiamma una pentola d’acqua e portarla al bollore, aggiungere le percoche per pochi minuti. La scottatura in acqua bollente faciliterà l’eliminazione della buccia.

  2. Stabilire se si preferisce dividere il frutto a metà, in quarti o a cubetti. Versare dell’acqua in una ciotola con succo di limone, unire la frutta man mano che si taglia al fine di non annerirla.

  3. In una pentola versare l’acqua e lo zucchero, mescolare fino a sciogliere lo zucchero, portare a bollore e proseguire la cottura per altri 7/8 minuti, spegnere e lasciare intiepidire lo sciroppo. Lo sciroppo può essere aromatizzato con scorza di limone, cannella, vaniglia o chiodi di garofano.

  4. Sgocciolare le pesche e sistemarle in vasetti ben sterilizzati rispettando le norme vigenti, battere il vasetto su un piano di lavoro in modo da compattare le pesche, versare lo sciroppo fino a coprire la frutta, chiudere con capsula sterilizzata. Sistemare i barattoli tra dei canovacci in una pentola colma d’acqua, portare l’acqua ad ebollizione e dopo 30 minuti spegnere la fiamma, fare raffreddare completamente prima di estrarli dalla pentola.

  5. Le nostre deliziose pesche sciroppate sono pronte per essere riposte in un luogo in un luogo fresco e asciutto, lontano da fonti di luce. 

Paola ti consiglia …

… sai che:

– preferire la qualità di pesche percoche

– scegliere frutta matura, sana e soda

– rispettare le norme vigenti di sterilizzazione

– conservare per lungo tempo in un luogo asciutto e buio

– non consumare se si presentano muffe o fermentazione

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.