Crea sito

Coda alla vaccinara

Coda alla vaccinara, gustoso piatto tipico della cucina romana, rinomato sul luogo ma apprezzato ovunque, una preparazione che lascia la sua impronta e la sensazione di appagamento …
La coda di bue o vitello appartiene ai tagli meno pregiati, il termine “coda alla vaccinara” deriva da “vaccinari” cioè gli addetti alla macellazione del bestiame che solitamente portavano a casa le parti invendute. Un tempo, la “coda alla vaccinara” era considerato il piatto dei poveri, oggi si può considerale una prelibatezza preparata in molti ristoranti
Di questo piatto esistono due preparazioni che si differenziano solo nella parte finale, dove, in una delle due ricette, si prepara una salsa con cacao amaro, uva passa e pinoli, comunque le due versioni sono da sempre presenti sul territorio.

  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura4 Ore
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
352,68 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 352,68 (Kcal)
  • Carboidrati 8,81 (g) di cui Zuccheri 0,72 (g)
  • Proteine 32,34 (g)
  • Grassi 19,45 (g) di cui saturi 6,78 (g)di cui insaturi 8,99 (g)
  • Fibre 1,90 (g)
  • Sodio 1.000,82 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 100 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti per la preparazione

  • 1 kgcoda di bue
  • 70 gcarote
  • 70 gcipolle
  • 70 gsedano
  • 1 lpassata di pomodoro
  • 150 mlvino bianco
  • 40 glardo
  • 20 mlolio extravergine d’oliva
  • 15 gsale
  • q.b.pepe nero

Strumenti utilizzati

Preparazione della “coda alla vaccinara”

  1. Se si acquista la coda intera lavarla sotto l’acqua fredda, asciugarla e tagliarla a pezzi rispettando le giunture al fine di ottenere i cosiddetti “rocchi”, altrimenti chiedere il taglio al nostro fornitore di fiducia.

  2. Preparare un battuto aromatico da appassire dolcemente in olio evo e lardo tritato.

  3. Aggiungere i rocchi al trito aromatico, cuocere 15 minuti circa prima di sfumare con il vino bianco, fare evaporare la parte alcolica e versarvi la passata di pomodoro. Salare.

  4. Cuocere a fuoco lento per circa 3 o 4 ore, a fine cottura la carne risulterà tenerissima. Mescolare di tanto in tanto e nel caso aggiungere acqua se occorre. Verificare la sapidità, pepare.

  5. La nostra saporita “coda alla vaccinara” è pronta per essere gusta ben calda.

Paola ti consiglia …

… sai che:

– ormai la coda di trova comunemente anche nei supermercati ben forniti

– lavare bene

– è preferibile una cottura lunga e lenta

– dopo circa 3 o 4 ore si avrà una carne tenerissima

– gustare ben calda

– conservare in frigorifero in contenitore idoneo e protetto

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.