Crea sito

Cornetti sfogliati

Cornetti sfogliati, una delizia da gustare liscia o farcita, il suo profumo appena sfornati è inebriante e la voglia di mangiarli si fa sentire … per iniziare bene la giornata non resta che prepararli

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo1 Giorno
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni8
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti per la preparazione

  • 500 gFarina
  • 125 mlAcqua
  • 125 mlLatte
  • 50 gBurro
  • 15 gLievito di birra fresco
  • 70 gZucchero
  • q.b.Sale

Sfogliatura

  • 250 gBurro

Per superfice

  • 1Uovo
  • 2 cucchiaiLatte
  • q.b.Zucchero

Strumenti utilizzati

  • Contenitore
  • Spianatoia
  • Mattarello
  • Carta forno
  • Coltello
  • Pellicola per alimenti
  • Leccarda

Preparazione dei “cornetti sfogliati”

  1. Ore 8,00: sciogliere il lievito in 100 ml di liquido. In una planetaria, montata con gancio a foglia, lavorare la farina con il burro morbido, zucchero, il lievito, i restanti liquidi e un pizzico di sale. Dopo aver integrato gli ingredienti sostituire la foglia con il gancio, lavorare a lungo fino ad incordare bene l’impasto.

  2. Infarinare il piano di lavoro, versare l’impasto morbido e stendere in un rettangolo, praticare una piega a tre, stendere nuovamente e ripetete la piega a 3 lembi. Mettere l’impasto in contenitore infarinato, coprire con pellicola alimentare e riporre in frigorifero.

  3. Nel frattempo appiattire il panetto di burro tra due fogli carta forno creando un rettangolo di 25×20 circa. Coprire con carta forno e riporre in frigorifero fino all’utilizzo.

  4. Ore 17,00: riprendere l’impasto stenderlo in un rettangolo di 50×22, posizionare in centro il panetto di burro freddo, chiudere i due lembi verso il centro senza sovrapporli

  5. Il piano di lavoro deve essere sempre infarinato. Il lato corto e il lato apertura della pasta deve essere verso di te. Con l’aiuto del mattarello picchiettare sull’impasto formando un nuovo rettangolo. Ripiegare verso il centro e ripetere la piega. Coprire con pellicola alimentare e riporre in frigorifero

  6. Ore 18,00: ripetere l’operazione operazione precedente e riporre in frigorifero.

    Ore 19,00: ripetere l’operazione precedente

  7. Ore 20,00: tenere sempre verso di te il lato aperto, dividere il panetto in due parti, stendere un rettangolo 50×25, ricavare dei triangoli con una base di 8/10 cm

  8. Il cuore della pasta di presenta sfogliatata.

  9. Praticare una piccola incisione al centro della base, arrotolare partendo dalla base fino ad arrivare all’estremità allungando l’impasto nella rollatura.

  10. Lavorare sempre su un piano infarinato. Esaurire l’impasto a disposizione formando tutti i cornetti sfogliati

  11. Foderare con carta forno la leccarda, posizionare in modo distanziato i cornetti, coprire con pellicola alimentare e riporre in frigorifero tutta la notte.

  12. Il mattino seguente i nostri cornetti si presenteranno ben lievitati, tenere almeno 1 ora a temperatura ambiente. Portate il forno a 220 gradi. Nel frattempo, in una tazza battere un uovo con latte e pennellare la superficie del cornetto, ripetere l’operazione, se si desidera spolverizzare la superficie con zucchero.

  13. Infornare in forno statico per 5 minuti a 220 gradi, poi abbassare a 190 gradi e cuocere per 12 minuti. Verificare comunque la giusta doratura

  14. Sfornare e fare raffreddare su una gratella. I nostri golosi cornetti sfogliati sono pronti a rallegrare a vostra giornata … il buongiorno si vede dal mattino

Paola ti consiglia …

… sai che:

– incordare bene l’impasto

– è importante praticare le pieghe mantenendo l’apertura delle pieghe verso di te

– è importante picchiettare l’impasto formando un nuovo rettangolo

– è importante mantenere l’impasto freddo

– fare lievitare tutta la notte i cornetti

– ricordarsi di abbassare la temperatura dopo 5 minuti

– una volta raffreddato è possibile farcirli o cospargete di zucchero a velo

– è possibile farcirli anche prima dello cottura

– è possibile congelare il prodotto per poi scongelare rispettando i tempi d’attesa di una nuova lievitazione

– conservare per qualche giorno in un contenitore idoneo e protetto

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.