Crea sito

Zucchine alla scapece

Le zucchine alla scapece sono un contorno dal sapore forte che trova le sue origini in Campania. Si dice che il termine “scapece” derivi dalla parola spagnola “escabeche” che fa riferimento alla preparazione di un piatto condito con una marinatura a base di l’aceto.

  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • Zucchine 1 kg
  • Aglio 2 spicchi
  • Menta 1 mazzetto
  • Aceto di vino bianco 150 ml
  • Acqua 150 ml
  • Sale q.b.
  • Olio extravergine d'oliva q.b.

Preparazione

  1. Lavare e asciugare le zucchine, affettarle non troppo sottilmente, In un colapasta porre a strati le zucchine e cospargerle di sale fino, lasciare le zucchine a spurgare per due ore circa. Trascorso il tempo dello spurgo, sciacquare le zucchine sotto l’acqua corrente e con l’aiuto di una centrifuga manuale per insalata eliminare l’acqua in eccesso, porre le zucchine su un panno e tamponarle. In una larga padella mettere dell’olio evo e friggere le fettine di zucchina fino ad esaurimento delle stesse. A parte, in un pentolino mettere l’acqua, l’aceto, l’aglio privo di pellicina e anima e diviso in pezzi e portare a bollore per circa 10 minuti. In una insalatiera fare uno strato di zucchine, un poco di frittura e qualche fogliolina di menta, proseguire fino ad esaurimento delle zucchine. Versare sulle zucchine la marinata ancora calda. Coprire le zucchine alla escapece con un foglio di pellicola alimentare, riporre in frigorifero per almeno 24 ore, giusto il tempo di insaporirsi e conquistare i profumi della marinata.

  2. Le zucchine escapece possono essere servite come antipasto  oppure può essere un ottimo contorno che si accosta molto bene sia a carne che pesce. Ottimo anche con formaggi e del buon  Pane di segale ai cereali

    Buon appetito

    Non dimenticare di mettere l’ingrediente principale della vita: l’amore

Note

… sai che:

  • il tempo di riposo delle zucchine escapece permette alle zucchine di assorbire profumi e sapori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.