Crea sito

Spaghetti al ragù

In cucina esistono regole, ma anche no. Qualcuno mi dirà che questo andrebbe fatto così. così e anche così. Io risponderò che io però lo faccio così, così e così. Dunque si finirà per essere due rette parallele, che viaggiano all’unisono ognuno per la sua via. Ma il mondo è bello perchè vario. La cucina è una forma d’arte e in quanto tale, ciascuno di noi deve esprimersi a modo proprio. Puoi prendere spunto, imparare da cari o libri, ma a conti fatti in cucina poi sarete sempre tu e i fornelli, da soli.
Oggi vi parlerò di un abbinamento forse un po’ insolito. Spaghetti al ragù. So che esiste una ricetta precisa del ragù a cui si dovrebbe essere fedelissimi, ma come lo faccio io viene buonissimo. Non sono un’amante delle carne grasse, uso sempre carni molto nette e di prima scelta. Forse questa è una pecca, ma è più forte di me. Vi propongo dunque la mia ricetta. Sono sicura che nel mondo, a qualcuno tornerà sempre utile.

  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di cottura4 Ore
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFuoco lento
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 200 gSpaghetti
  • 350 gMacinato di Scottona
  • 1Cipolla
  • 1Carota
  • Sedano
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale
  • Acqua
  • 1 bicchiereLatte
  • 350 mlPassata di pomodoro

Preparazione

  1. La difficoltà di questa ricetta sta tutta nel preparare il ragù. Più che altro dovrete avere molto tempo a disposizione per cucinarlo, perché un risultato ottimale prevede una cottura a fuoco lento di quattro ore almeno. Quindi ci vorrà molta pazienza e dedizione. Prima di tutto farete un soffritto di cipolla, carota e sedano. Non appena le vostre verdure saranno completamente appassite, vi aggiungerete il macinato di scottona. Farete rosolare dunque la carne, mescolandola moltissimo, fino a quando non avrà rilasciato tutti i succhi. Dunque salerete e aggiungerete la passata di pomodoro. Mettere tutto a cuocere con il coperchio chiuso a fuoco lento, curandovi di mescolare di tanto in tanto, per 4 ore. Circa ogni ora aggiungerete dell’acqua. che di volta in volta si asciugherà nella cottura. Solo alla fine invece, unirete al vostro ragù un piccolo bicchiere di latte. Nel frattempo cuocerete gli spaghetti e non appena pronti li condirete. Buon appetito, foodlovers!

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.