Crea sito

Lasagne vegetariane di carote

Cari amici foodlovers, vi scrivo per la seconda volta oggi, dal momento che trovo un altro attimo libero per farlo. In questo articolo vi parlerò di una ricetta molto interessante, che potrete proporre durante il periodo festivo che si avvicenda. Chi come me ama le lasagne, non potrà esimersi dallo sperimentare più combinazioni possibili. Tra le tante da me provate, vi è questa fatta tempo fa. Si tratta delle lasagne di carote. Una ricetta molto più leggera delle tradizionali e perfetta per chi segue un’alimentazione vegetariana.

Ovviamente se non vi piacciono le carote, questa variabile non fa per voi. Se le amate, invece, vi ritroverete nel piatto una porzione di infinita bontà.

La materia prima che utilizzerete difatti sono queste amiche arancioni, che tingeranno le vostre lasagne sommerse di besciamella e formaggi vari da voi scelti. Sono sicura che avrete sentito parlare delle lasagne con la zucca. Beh, vi assicuro che anche con le carote sono tanta roba.

Per preparare queste lasagne dovrete ricorrere ad un tipo di pasta fresca. Difatti questo pasticcio per avere la massima resa, dovrà risultare, a fine cottura, molto morbido. Laverete, sbuccerete, taglierete a fette e lesserete le vostre carote. Dunque le frullerete con un pizzico di sale, un filo di olio e un po’ di pepe nero in grani. Condirete la vostra crema con del parmigiano reggiano o del grana padano. L’importante sarà non utilizzare formaggi aggressivi, che potrebbero snaturare la tipica dolcezza degli ortaggi utilizzati. Inizierete a realizzare le vostre lasagne strato dopo strato, condendole con la crema di carote da voi preparata, besciamella a ciuffi sparsi e fettine di mozzarella.

L’ultimo strato dovrà essere quello più condito, quindi tenete più besciamella per ultimare. Ovviamente potrete usare anche altri formaggi e rendere la vostra lasagna più sfiziosa o carica, mettendo ad esempio della caciotta, della provola o della scamorza, a seconda dei vostri gusti.

Infornerete dunque il vostro pasticcio a 200° per circa 20 minuti, a seconda del tempo di cottura che richiede il formato di pasta da voi utilizzato.

Un consiglio che sento di darvi è quello di utilizzare una teglia di alluminio usa e getta per cucinarle, poiché vi garantirà un risultato il più morbido possibile.

Provatele e ne sarete davvero entusiasti. Mi rivolgo soprattutto ai vegetariani, che apprezzeranno davvero tanto questo pasticcio così delicato e buono.

Alla prossima, foodlovers!