Crea sito

PAVLOVA AI FRUTTI DI BOSCO

La pavlova è un dolce tipico della Nuova Zelanda e dell’Australia, paesi che se ne contendono l’origine. E’ costituita da una base di meringa morbida dentro e croccante fuori, il che dipende dalla modalità di cottura della base, e da una copertura di panna e frutta, preferibilmente rossa, sulla sommità del dolce.
Questo sorprendente dolce è veramente molto buono, ma anche estremamente bello da vedere, appariscente ed elegante, quindi perfetto per le grandi occasioni.
Si racconta che negli anni ’20 la ballerina russa Anna pavlova fosse in tour tra Australia e Nuova Zelanda, quando in un hotel di Perth conobbe il pasticcere Berth Sachse, che, folgorato da cotanta bellezza, volle creare un dolce a lei ispirato.
La meringa voleva  simboleggiare la leggiadria con cui la ballerina era capace di esibirsi sul palco. Il rosso dei frutti, l’amore e la passione che avevano ispirato questo dolce destinato a diventare famoso in tutto il mondo!
Ecco la mia versione di pavlova ai frutti di bosco per le feste natalizie!

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora 15 Minuti
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaInternazionale

INGREDIENTI PER LA PAVLOVA AI FRUTTI DI BOSCO

BASE DI MERINGA PER LA PAVLOVA AI FRUTTI DI BOSCO

  • 130 gAlbumi
  • 130 gZucchero
  • 130 gZucchero a velo
  • Scorza di limone (grattugiata)
  • 1 pizzicoSale

DECORAZIONE DELLA PAVLOVA AI FRUTTI DI BOSCO

  • 250 gPanna fresca liquida
  • 300 gFrutti di bosco (lamponi, mirtilli, fragole o altri a piacere)

STRUMENTI PER LA PREPARAZIONE DELLA PAVLOVA AI FRUTTI DI BOSCO

  • Frusta elettrica
  • carta da forno

Preparazione

GUSCIO DI MERINGA

  1. Scalda il forno a 115°C. Monta gli albumi con lo zucchero a velo aggiungendone qualche cucchiaio alla volta. Solo alla fine aggiungi lo zucchero semolato, sempre poco alla volta. Il risultato deve essere un composto liscio, compatto e lucido che manterrà la forma desiderata.  Ci vorrà un bel po’ di tempo con le fruste elettriche.

  2. Aggiungi un po’ di scorza grattugiata di limone e inizia a lavorare la meringa con una spatola, direttamente sulla placca del forno coperta da carta da forno in cui avrai disegnato, con un coperchio, un cerchio di 25 cm. circa di diametro.

  3. Procedi col creare un ammasso informe più o meno circolare, poi con la spatola alza i bordi a creare un incavo al centro, spazio che servirà per la panna montata. Lascia qualche ciuffetto irregolare che renderà più scenografico il dolce.

  4. Cuoci in forno statico per 75 minuti. La meringa al centro non deve essere completamente soda. Questo permetterà di tagliarla con facilità e le conferirà una consistenza più piacevole al palato.

    Trascorso il tempo prescritto per la cottura, estrai la pavlova dal forno e non toccarla assolutamente per almeno mezzora. In ogni caso maneggiala con delicatezza.

SALSA AI LAMPONI PER LA PAVLOVA AI FRUTTI DI BOSCO

  1. Puoi conservare il guscio anche qualche giorno, senza coprirlo. Io la metto nell’alzatina.

    Lava i frutti di bosco, ma tienine da parte circa 50 gr. di rossi per la salsa.

    Irrora i frutti di bosco con 1-2 cucchiai di zucchero e poco succo di limone e metti da parte.

    Con i 50 gr. circa rimanenti prepara una salsa con 1 cucchiaio di zucchero e succo di limone.

    Cuoci la salsa per un paio di minuti su un tegame a fuoco basso, frulla, filtra con un colino e tieni da parte la salsa.

  2. La puoi conservare per un paio di giorni in frigorifero e anche congelare per averla pronta quando serve.

    Al momento di servire il dolce monta la panna densamente senza aggiungere zucchero.  

    Con una spatola spalmala in modo irregolare sul guscio di meringa e cospargi di frutti di bosco e salsa ai lamponi.

  3. Se vuoi sorprendere i tuoi ospiti anche con la pavlova alle fragole clicca qui https://blog.giallozafferano.it/cucinaatintaunita/pavlova-alle-fragole-2/ricette-di-colore-bianco/cucinaatintaunita/

Ricordo che la prima a portare in Italia questo dolce magnifico è stata Csaba Dalla Zorza. Diamo a Cesare quel che è di Cesare!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Marianna Maraga è una creativa prestata, forse per sbaglio, alla pubblica amministrazione. I colori e la loro coordinazione armonica sono la cifra stilistica di tutti i suoi progetti, dalla semina dell'orto, al knit design, passando per l'arredamento, la sartoria e la cucina, da sempre, sua grande passione. Questo blog nasce da un progetto incompiuto: la creazione di una raccolta di ricette con menu monocolore che si intitolava appunto 'Cucinaatintaunita'. Per questo le ricette sono archiviate innanzitutto per colore. Marianna vive nelle Dolomiti con la sua famiglia, un marito, un adorabile bambino e una comunità di amici sempre presenti ai suoi inviti a cena. Adora il rosso. https://www.facebook.com/cucinaatintaunita https://twitter.com/MaragaMarianna https://www.instagram.com/cucinaatintaunita/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.