Crea sito

ANTIPASTO AD ALBERO DI NATALE

  • DifficoltàMedio
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Porzioni10-12
  • CucinaItaliana

Ingredienti

INGREDIENTI

  • 300 gPomodorini
  • 10Fichi secchi
  • 20Olive verdi in salamoia (grosse)
  • 300 gMozzarelline ciliegine
  • 300 gUva bianca e nera (a grossi acini)
  • 20Albicocche secche
  • 10litchi
  • Rosmarino

OCCORRENTE

  • stuzzicandenti
  • carta stagnola
  • cono di polistirolo

Preparazione

  1. Prendi il cono in polistirolo, deve trattarsi di materiale adatto all’uso alimentare, e rivestilo di carta in alluminio. Prendi una scatola di stuzzicadenti e prepara tutti gli ingredienti lavati ed asciugati.
    Il lavoro è più complesso di quello che può sembrare in apparenza. Non si tratta solo di conficcare degli stuzzicadenti nel polistirolo, ma di sistemare il tutto in modo che non appaia un insieme informe, ma un vero abete di natale. E’ incredibile quanta roba ci vuole per renderlo tale. La prima volta ho pensato di farne due ed ho comprato due coni alti circa 20 cm. e 2 dischetti cilindrici per renderli più alti. Avevo molti invitati a cena, è vero, ma un alberello con il rialzo è risultato più che abbondante. Così ho avanzo un cono che ho preparato per la vigilia in versione ridotta, e decisamente più armoniosa.
    Trovo che cominciare dal basso sia preferibile. Comincia pure con il conficcare dei rametti di rosmarino a distanza di alcuni cm. e poi col conficcare a distanza regolare gli stuzzicadenti. Questo serve perché i rametti non sono facili da inserire nel cono alla fine. Poi completerai gli interstizi con ciuffetti più piccoli da inserire anche senza che serva conficcarli. A questo punto infilza in righe abbastanza regolari ogni tipo di ingrediente, completa con abbondante rosmarino negli spazi rimasti vuoti e piazzando qua là, dove necessario, i litchi. Con un rametto fai la punta dell’abete.

  2. CONSIGLIO
    Non sono necessari questi ingredienti necessariamente, possono andare bene anche fragole, olive nere, altra frutta secca. Suggerisco di usare comunque i ciliegini o datterini, molto natalizi e le mozzarelline.

Note

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Marianna Maraga è una creativa prestata, forse per sbaglio, alla pubblica amministrazione. I colori e la loro coordinazione armonica sono la cifra stilistica di tutti i suoi progetti, dalla semina dell'orto, al knit design, passando per l'arredamento, la sartoria e la cucina, da sempre, sua grande passione. Questo blog nasce da un progetto incompiuto: la creazione di una raccolta di ricette con menu monocolore che si intitolava appunto 'Cucinaatintaunita'. Per questo le ricette sono archiviate innanzitutto per colore. Marianna vive nelle Dolomiti con la sua famiglia, un marito, un adorabile bambino e una comunità di amici sempre presenti ai suoi inviti a cena. Adora il rosso. https://www.facebook.com/cucinaatintaunita https://twitter.com/MaragaMarianna https://www.instagram.com/cucinaatintaunita/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.