Crea sito

PERE SCIROPPATE

Che fare di un certo quantitativo di piccole pere prelevate da un albero che quest’anno è stato particolarmente generoso? Delle pere sciroppate, ovviamente. Ed ecco a voi la mia ricetta, con lo zucchero ridotto al minimo, perché così io le preferisco, ma la dose potrà essere aumentata secondo il proprio gusto.
Nel mio specialissimo giardino segreto c’è un piccolo vecchio albero di pere. Generalmente arrivo troppo tardi, ma quest’anno ha offerto frutti copiosi e ce l’ho fatta a riempirne un cestino. Sono piccole, non troppo mature, ma dolci e piacevoli.

  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni3 vasi grandi
  • Metodo di cotturaBollitura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 2 kgpere (piccole e sode)
  • 2 lacqua
  • 300 gzucchero

Strumenti

  • 1 Pentola (grande)
  • Vasetto grandi in vetro

PREPARAZIONE DELLE PERE SCIROPPATE

  1. Prepara lo sciroppo con l’acqua e lo zucchero facendolo bollire per 10 minuti. Fai raffreddare.

  2. Lava le pere eliminando il picciolo fino ad un cm., tagliale a meta ed inseriscile nei vasi cercando di eliminare tutti gli interstizi. Questo consentirà di aggiungere una minore quantità di sciroppo.

  3. Versa lo sciroppo freddo nei vasi fino a coprire completamente la frutta.

  4. Chiudi ermeticamente i vasi e fai sterilizzare al vapore per 30 minuti. La sterilizzazione al vapore consiste nel far bollire i vasi in una grossa pentola non completamente immersi nell’acqua, ma fino a 3/4 soltanto. Dopo 30 minuti chiudi i gas, elimina il coperchio e fai raffreddare.

Le pere sciroppate sono perfette quando non hai il tempo di preparare un dessert, accompagnate con del gelato alla vaniglia o al cioccolato.

Se ami le conserve prova anche le ZUCCHINE ALL’ORIGANO SOTT’OLIO. Per la ricetta clicca QUI ZUCCHINE ALL’ORIGANO SOTT’OLIO.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Marianna Maraga è una creativa prestata, forse per sbaglio, alla pubblica amministrazione. I colori e la loro coordinazione armonica sono la cifra stilistica di tutti i suoi progetti, dalla semina dell'orto, al knit design, passando per l'arredamento, la sartoria e la cucina, da sempre, sua grande passione. Questo blog nasce da un progetto incompiuto: la creazione di una raccolta di ricette con menu monocolore che si intitolava appunto 'Cucinaatintaunita'. Per questo le ricette sono archiviate innanzitutto per colore. Marianna vive nelle Dolomiti con la sua famiglia, un marito, un adorabile bambino e una comunità di amici sempre presenti ai suoi inviti a cena. Adora il rosso. https://www.facebook.com/cucinaatintaunita https://twitter.com/MaragaMarianna https://www.instagram.com/cucinaatintaunita/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.