Crea sito

ASPARAGI CON LE UOVA

Un abbinamento classico quello degli asparagi con le uova, riservato ad un periodo piuttosto limitato dell’anno e forse è per questo che ogni anno si rinnova il piacere di metterlo in tavola. Voglio farvi 2 proposte che ho sperimentato in questi giorni. Ecco la prima.
Il tuorlo d’uovo è fritto in un raviolo di pasta fatta con farina, olio e acqua ed erbette profumate dell’orto. Tra queste non può mancare la maggiorana, perfetta nell’abbinamento con gli asparagi. Il secondo raviolo è ripieno al formaggio. Lo confesso, avevo della pasta in esubero e un pezzo di formaggio nel frigorifero che non entusiasmava nessuno della famiglia. Così gli ho dato nuova vita e con risultati sorprendenti!
Per un altra proposta di asparagi con le uova, per chi vuol essere veramente raffinato ecco la ricetta di mini-torte salate agli asparagi e uova. Per averla clicca qui. https://blog.giallozafferano.it/cucinaatintaunita/mini-torte-salate-agli-asparagi-e-uova/senza-categoria/cucinaatintaunita/

  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 mazzettoAsparagi (circa 700 gr.)
  • 4Tuorli
  • 120 gFormaggio fresco
  • 150 gFarina 00
  • q.b.Acqua
  • 2 cucchiaiOlio extravergine d’oliva
  • Olio di semi di girasole (per friggere)
  • 1 mazzettoMaggiorana

Preparazione

ASPARAGI

  1. Lava accuratamente gli asparagi e taglia le punte più dure. Io di solito qui esagero e poi recupero la parte eliminata per una minestra. Questo mi risolve due problemi: quello di non avere una pentola per la cottura degli asparagi e quello di avere nel piatto ortaggi di cui tutto è commestibile.

    Metti a bollire dell’acqua in una pentola per asparagi, se ce l’hai, o semplicemente stretta e alta. Basteranno 4 dita d’acqua.

    Fai lessare gli asparagi calcolando i tempi in moda da averli caldi quanto servirai i tuoi ravioli fritti. Ci vorranno 15 minuti circa. Pertanto valuta la tua abilità nel preparare si ravioli.

RAVIOLI FRITTI CON UOVA E FORMAGGIO

  1. Prepara la pasta con la farina, un cucchiaino di sale, la maggiorana tagliuzzata, l’olio e tanta acqua quanta ne serve per ottenere una pasta elastica e non appiccicosa. tirala con il mattarello e ricava due strisce.

    Taglia in 4 cubetti il formaggio . Separa i tuorli dagli albumi. Esiste un attrezzo apposito che io possiedo e che casualmente mi è venuto in mano proprio ieri. Si chiama separatuorli. Compro tutte queste attrezzature e poi mi dimentico di averle. Questo significa una sola cosa: non sono indispensabili!

    Fai delicatamente scendere i tuorli sulla pasta, distanziati 10 cm, l’uno dall’altro. Se le uova saranno fresche, cosa che consiglio vivamente, avrai meno rischi che i tuorli si rompano. Questo non deve assolutamente succedere.Copri con la seconda striscia di pasta e chiudi i ravioli con un tagliapasta seghettato.

    Se lo trovi più facile procedi con un raviolo alla volta.

    Con gli avanzi di pasta prepara i ravioli al formaggio. Anche qui ne preparerai 4 con lo stesso procedimento. Questa volta sarà più semplice.

  2. Friggi i ravioli in olio di semi a due a due fino a quando saranno ben dorati in superficie. L’olio dev’essere ben caldo, ma non troppo. Per la doratura ci vorranno circa 2 minuti. In questo tempo il tuorlo resterà liquido, il formaggio si fonderà. Servili caldissimi con gli asparagi.

  3. Con gli albumi avanzati potrai preparare una magnifica pavlova alle fragole. Ecco qui la ricetta: https://blog.giallozafferano.it/cucinaatintaunita/pavlova-alle-fragole-2/ricette-di-colore-bianco/cucinaatintaunita/

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Marianna Maraga è una creativa prestata, forse per sbaglio, alla pubblica amministrazione. I colori e la loro coordinazione armonica sono la cifra stilistica di tutti i suoi progetti, dalla semina dell'orto, al knit design, passando per l'arredamento, la sartoria e la cucina, da sempre, sua grande passione. Questo blog nasce da un progetto incompiuto: la creazione di una raccolta di ricette con menu monocolore che si intitolava appunto 'Cucinaatintaunita'. Per questo le ricette sono archiviate innanzitutto per colore. Marianna vive nelle Dolomiti con la sua famiglia, un marito, un adorabile bambino e una comunità di amici sempre presenti ai suoi inviti a cena. Adora il rosso. https://www.facebook.com/cucinaatintaunita https://twitter.com/MaragaMarianna https://www.instagram.com/cucinaatintaunita/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.