Crea sito

CAPPELLACCI DI ZUCCA FERRARESI AL RAGU’

Un paio d’anni fa sono riuscita finalmente ad andare a Ferrara, giusto due giorni, strappati al lavoro e alla famiglia, un giovedì e un venerdì. Sono fermamente convinta che queste fughe, con un’amica vera, siano veramente un toccasana e andrebbero ripetute almeno una volta all’anno. Inutile dire che, da allora, l’esperienza non si è più ripetuta e il programma di una gita a Padova, in una sola giornata, è fallito miseramente la scorsa settimana complice il Covit-19.
Comunque, la gita a Ferrara è stata grandiosa, sia sotto il profilo culturale —ho potuto toccare con mano il bugnato del palazzo dei Diamanti—, ma anche sotto il profilo culinario. Questi cappellacci alla zucca con il ragù li ho mangiati a pranzo il giovedì, ma anche la stessa sera a cena e al pranzo del giorno dopo.
Non bastando, ne ho comprato un vassoio che l’indomani ho condiviso con la famiglia.
Ma questa gita ha raggiunto il suo momento top con il tour in bicicletta della città del venerdì mattina conclusasi con una capatina al ristorante da Noemi, dove ho potuto assaggiare anche un sublime flan di asparagi https://blog.giallozafferano.it/cucinaatintaunita/flan-di-asparagi-con-salsa-al-parmigiano/ricette-di-colore-verde/cucinaatintaunita/in salsa al parmigiano, poi da me replicato con soddisfazione, e la ‘torta tenerina’, altro capisaldo della cucina ferrarese, prossimamente su questo blog.

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione2 Ore
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni 6
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

RAGU’

  • 500 gCarne macinata mista
  • 1Carote
  • MezzaCipolle
  • 2 cucchiaiTriplo concentrato di pomodoro
  • Mezzo bicchiereVino rosso

SFOGLIA

  • 4Uova
  • 400 gFarina

RIPIENO

  • 1Uova
  • 1 kgZucca violina
  • 1 cucchiaioOlio extravergine d’oliva
  • 300 gParmigiano Reggiano DOP
  • Pepe
  • Sale
  • 1 cucchiaioPane grattugiato

Preparazione

RIPIENO





  1. Taglia la zucca a pezzi, elimina i semi ed i filamenti e cuocila al forno a 200-220° C fino a quando è tenera. Fai raffreddare e passa la polpa al setaccio. Amalgamala poi al parmigiano, all’uovo, all’olio. Aggiungi sale e pepe ed un cucchiaio di pangrattato.

RAGU’





  1. Fai soffriggere la cipolla e la carota tritate in 2 cucchiai d’olio. Aggiungi la carne macinata e fai rosolare per bene alcuni minuti. Sfuma con il vino rosso ed aggiungi il concentrato di pomodoro ed il sale. Aggiungi qualche cucchiaio di acqua calda e continua la cottura con il fuoco al minimo per circa un’ora aggiungendo qualche cucchiaio d’acqua bollente all’occorrenza.

SFOGLIA E CAPELLACCI





  1. Prepara la sfoglia con gli ingredienti indicati amalgamandoli a mano o nel mixer e lasciala riposare per 30 minuti.
    Tira la sfoglia e tagliala a quadrati 5 x5. Versa al centro di ognuno in cucchiaino abbondante di ripieno. Unisci gli angoli opposti di ciascun quadrato per ottenere un triangolo, sigilla bene i bordi  con le dita.
    Cuoci i cappellacci in acqua bollente per 5-6 minuti, comunque controllando la cottura, e servili con il ragù .

Note

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Marianna Maraga è una creativa prestata, forse per sbaglio, alla pubblica amministrazione. I colori e la loro coordinazione armonica sono la cifra stilistica di tutti i suoi progetti, dalla semina dell'orto, al knit design, passando per l'arredamento, la sartoria e la cucina, da sempre, sua grande passione. Questo blog nasce da un progetto incompiuto: la creazione di una raccolta di ricette con menu monocolore che si intitolava appunto 'Cucinaatintaunita'. Per questo le ricette sono archiviate innanzitutto per colore. Marianna vive nelle Dolomiti con la sua famiglia, un marito, un adorabile bambino e una comunità di amici sempre presenti ai suoi inviti a cena. Adora il rosso. https://www.facebook.com/cucinaatintaunita https://twitter.com/MaragaMarianna https://www.instagram.com/cucinaatintaunita/

4 Commenti

  1. 👍Claudia

    Grazie mille per le tue ricette che mi occupano molto tempo durante la quarantena

    Rispondi

    1. cucinaatintaunita

      E’ un vero piacere, Claudia!

      Rispondi

  2. FABIO367465

    I tuoi dolci sono una possibilità di rinascita in un momento così difficile

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.