Moscardini in purgatorio

Tra le varie ricette su come cucinare i moscardini, questa mi piace tantissimo perché oltre ad avere un secondo piatto mi ritrovo anche un ottimo condimento per la pasta. Acquistate piccoli molluschi e fateli pulire al momento così potrete dedicarvi completamente alla preparazione dei Moscardini in purgatorio. Si capisce già dal nome che saranno un po’ piccanti…quanto decidete voi !

moscardini in purgatorio
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    40 minuti
  • Porzioni:
    2 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • 500 g Moscardini
  • 400 g Pomodori datterini (o salsa pronta)
  • 1 spicchio Aglio
  • 100 ml Vino bianco
  • 40 g Prezzemolo
  • q.b. Peperoncini piccanti
  • q.b. Sale
  • q.b. Olio extravergine d’oliva

Preparazione

  1. Se avete la salsa pronta va bene altrimenti preparatene della fresca con i datterini tagliati a pezzetti, cotti con i sapori (cipolla, basilico, olio,sale) e passati al passaverdure e lasciata asciugare sul fuoco per altri 10 minuti.

    moscardini in purgatorio
  2. Lavate i moscardini già puliti e asciugateli. Versare 3-4 cucchiai d’olio in un tegame e aggiungere lo spicchio d’aglio. Appena caldo posare i moscardini e quando prendono colore bagnarli con il vino bianco. Lasciare sfumare e unire il peperoncino a pezzetti.

    moscardini in purgatorio
  3. Versare la salsa di pomodori datterini, salare, mescolare e lasciare cuocere a fuoco basso per 40 minuti. Se dovesse asciugarsi, allungate con un mestolo di acqua bollente. Terminata la cottura cospargete i Moscardini in purgatorio con prezzemolo tritato.

    moscardini in purgatorio

Note

Se i Moscardini in purgatorio vi sono piaciuti, andate alla home per leggere tante altre ricette

Mi trovate anche su…

Twitter   Pinterest   Instagram   Google+

Seguite anche la mia fan page, la trovate cliccando QUI. Vi aspetto con un MI PIACE

Precedente Pasta frolla al Kamut e caffè Successivo Frollini al cacao con nutella

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.