Crea sito

Minestra di orzo e fagioli cannellini

Metti una minestra a tavola e da subito quel calore di famiglia. Secondo i miei gusti non esiste una stagione per prepararle perché sono buone sempre. In estate si va di verdure fresche, tutte quelle che ci offre l’orto e si preparano dei buonissimi minestroni ma anche con cereali e legumi possiamo creare delle ottime zuppe, come la minestra di orzo e fagioli cannellini. 

Seguite anche la mia pagina facebook, la trovate cliccando QUI. Vi aspetto con un MI PIACE.

minestra di orzo e fagioli cannellini
  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 1 Ora
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 2 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 120 g Orzo bio precotto
  • 1 cucchiaio Olio extravergine d'oliva
  • 50 g Guanciale
  • 2 foglie Alloro
  • 1 carota
  • 1 Cipolla
  • 1 costa Sedano
  • 1 Patata
  • 1 vasetto Fagioli cannellini precotti
  • 1 cucchiaino Concentrato di pomodoro
  • 1 Dado vegetale
  • 1. 1/2 l Acqua bollente
  • 2 cucchiai Parmigiano grattugiato

Preparazione

Minestra di orzo e fagioli cannellini

  1. Versare nella pentola un cucchiaio d’olio. Tagliare a dadini il guanciale e farlo dorare leggermente. Unire l’alloro e una dadolata di sedano, carota e cipolla. Lasciare rosolare qualche minuto e aggiungere la patata tagliata a cubetti. Mescolare e versare anche i fagioli cannellini scolati dal liquido di conservazione.

    minestra di orzo e fagioli cannellini
  2. Aggiungere l’orzo, il dado, il concentrato di pomodoro e coprire con l’acqua bollente. Mescolare e lasciare cuocere a fuoco basso per un’oretta. Versare la minestra di orzo e fagioli cannellini nei piatti e condire con un filo d’olio e qualche cucchiaio di parmigiano. Per completare il piatto, preparate delle fette di pane casareccio passate in padella con un filo d’olio, rosmarino, sale e una sfregata d’aglio.

Consigli

Se vi è piaciuta la Minestra di orzo e fagioli cannellini, seguitemi anche su…

Twitter   Pinterest   Instagram   Google+

Tornate alla HOME per leggere tutte le mie ricette e grazie per essere passati sul blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.