Crea sito

Minestrone alla genovese

Il minestrone alla genovese è un primo piatto (ma anche piatto unico) della tradizione genovese. È conosciuto in tutto il mondo grazie ai marinai che già dal XIX secolo lo preparavano a bordo dei gozzi e veniva venduto alla gente di bordo. Le verdure cambiano a seconda della stagione e ogni famiglia ha la sua ricetta. Quello però che non deve mai mancare, sono i brichetti (tipo di pasta corta a bastoncino che prende il nome dai fiammiferi, detti in genovese bricchetti) oppure i ditali e il pesto che va aggiunto alla fine fuori dal fuoco. Per assaporare tutta la sua bontà, il minestrone alla genovese andrebbe mangiato freddo…..ecco la ricetta :

Seguite anche la mia fan page, la trovate cliccando ⇒ QUI ⇐ . Vi aspetto e se vi sembra carina lasciate un MI PIACE.

minestrone alla genovese

Minestrone alla genovese

( MENESTRON Ä ZENEIZE )

Ingredienti per 4 persone 

  • 2 cipolle
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 gambo di sedano
  • 2 carote
  • 100 gr. di fagioli borlotti freschi o secchi
  • 2 zucchini
  • 1 porro
  • 1 pomodoro maturo
  • 4 foglie di borragine
  • 6 foglie di bietole
  • 50 gr. di fagiolini
  • 80 gr. di zucca
  • 50 gr. di verza
  • 2 patate
  • un fondino di prosciutto crudo
  • 1 crosta di parmigiano
  • olio evo
  • 1 dado e mezzo (vegetale)
  • 4 cucchiai di pesto
  • 160 gr. di brichetti

Preparazione del minestrone alla genovese

Tritare cipolla, porro, aglio, 1 carota e insieme al fondino di prosciutto fare soffriggere con poco olio in una pentola capiente che possa contenere 2 litri d’acqua. Lavare tutte le verdure, tagliarle a dadini, sminuzzare anche le bietole e le boraggini, se si usano i fagioli freschi, sgranarli ( io uso quelli secchi messi a bagno tutta la notte ) e mettere tutto nella pentola. Versare 2 litri d’acqua fredda, i dadi e per finire unire una crosta di parmigiano.

minestrone alla genovese

Portare a bollore a fuoco vivo, poi abbassare la fiamma, mettere il coperchio e lasciare cuocere per 3 ore. A parte cuocere la pasta, scolarla e unirla al minestrone. Togliere dal fuoco e mescolando unire il pesto, un filo d’olio e una spolverata di parmigiano grattugiato. Come ho detto, il minestrone alla genovese è ancora più buono se mangiato freddo il giorno dopo.

minestrone alla genovese

Seguitemi anche sui social…

FACEBOOK    INSTAGRAM   PINTEREST   GOOGLE+   TWITTER

 

Torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.