Crea sito

No allo Spreco!

Ho sempre pensato che sia peccato sprecare il cibo, così prezioso e importante. Ridargli vita mi da estrema gioia e soddisfazione, e mi sono resa conto che, per riciclare e creare piatti nuovi, seguo sempre poche semplici regole o ricette.

In cucina, non sempre è facile dosarsi, capita che quello che si è cucinato non basti per tutti, ma molto più spesso succede che il cibo avanzi in grandi quantità, soprattutto quando si è in tanti o si prepara una cena importante in cui non vogliamo sfigurare: si ha paura che il cibo non basti mai.

Così, un bel giorno in spiaggia, ho deciso di raccogliere le idee e scriverle per condividerle. Magari posso regalarvi qualche buona idea per reinventare un piatto, o darvi lo spunto per qualcosa di nuovo e originale. Spero che anche voi proviate lo stesso di tipo di appagamento che provo io, ridando vita a una pietanza, creandone una nuova, magari anche migliore della precedente! E se vi va, scrivetemi nei commenti altre idee o ricette, le condividerò con grande piacere!

Tutto è polpettabile

Le polpette sono sempre un ottimo modo di riciclare gli avanzi, ho provato fare le polpette con qualunque cosa:

  1. Verdure bollite: fagiolini, spinaci, patate, carote, cipolle, e chi più ne ha più ne metta. Un esempio sono le polpette di catalogna.
  2. Carne lessa o grigliata
  3. Riso, quinoa, cous cous o altri cereali
  4. Minestrone: avete capito bene! Se avete un minestrone piuttosto denso che magari avete già mangiato a pranzo e a cena e, con tutta la buona volontà, pensate sia giunto il momento di dirgli addio, sappiate che anche il minestrone è “polpettabile”

Basta aggiungere formaggio grattugiato (io di solito utilizzo il Parmigiano o il Grana Padano, ma va benissimo anche il pecorino) e pane raffermo, fino a raggiungere la giusta consistenza per “appallottolare”, aggiungere aromi a piacere, io amo la scorza di limone e la noce moscata, ma se preferite potete optare per aglio e prezzemolo, timo o altri odori. Se volete dare un tocco etnico alle vostre polpette, aggiungete curry o paprika. A questo punto basta impanarle. Se l’impasto per le polpette risulta umido, passatele semplicemente nella farina di semola o nel pangrattato. Se invece risulta troppo asciutto e compatto, aggiungete un uovo e passatele nel pangrattato. Per quanto riguarda la cottura, potete decidere se friggerle (utilizzando olio di arachidi) o optare per la cottura in forno.

Tutto (o quasi) è gratinabile

  1. Pasta avanzata (anche condita)
  2. Riso o risotto avanzato
  3. Altri cereali (quinoa, cous cous, farro, orzo)
  4. Verdure bollite (Finocchi, patate, fagiolini, cipolle, carote etc.)

Mettete in vostri “avanzi” in una teglia capiente con un po’ di besciamella (qui sotto la mia ricetta) un po’ di pangrattato, una spolverata di formaggio grattugiato , infornate, aspettate la doratura (in genere sono sufficienti 15 minuti in forno caldo a 200 gradi) et voilà, ecco a voi un eccezionale e saporito nuovo piatto.

Se non siete amanti della besciamella, potete sostituirla con mozzarella o altro formaggio filante e procedere come sopra.

Per mezzo litro di  besciamella: (500 ml di latte, 50 g di burro, 50 g di farina, sale e noce moscata)Scaldate il latte nel microonde o in un pentolino. Fate sciogliere il burro in una casseruola e aggiungete la farina,lasciate insaporire qualche minuto mescolando con un cucchiaio di legno e dopodiché aggiungete il latte caldo. Mescolate con una frusta per evitare la formazione di grumi, portate a ebollizione, salate e aggiungete se vi piace una grattugiata di noce moscata.

Tutto è frittatabile

  1. Pasta avanzata
  2. Riso o risotto avanzato
  3. Verdure lesse

Anche in questo caso, basta aggiungere le uova, il formaggio grattugiato o altro formaggio filante a piacere, aromi (prezzemolo , timo o quello che preferite) e otterrete un delizioso piatto unico

Il Pane

Un capitolo a parte lo merita il pane avanzato, che spesso riempie le nostre dispense, fino al giorno in cui ci scocciamo e decidiamo di buttarlo. Oltre che grattugiato, che come avete visto già dalle ricette che vi ho proposto è indispensabile, ecco qualche consiglio su come riutilizzarlo:

  1. Gnocchi: in pochi passaggi, potete creare dei gustosi gnocchi, qui trovate la ricetta degli gnocchi di pane.
  2. Canederli: la gustosa specialità tirolese, ha come ingrediente principale il pane raffermo, qui trovate una mia rivisitazione.
  3. Polpette: vedi paragrafo precedente, tutto è polpettabile, e il pane non è da meno! In questo caso ammolatelo nel latte, aggiungete aromi a piacere, formaggio grattugiato, passatelo nel pangrattato o nella farina e create le vostre polpette di pane.
  4. La famosa torta paesana, o torta di pane.
  5. Ripieno o gratinatura per verdure: tritate il pane raffermo, aggiungete formaggio grattugiato, odori a piacere (timo, aglio, prezzemolo, ma anche olive e capperi), abbondante olio, sale e gratinateci le verdure , perfette melanzane e zucchine, peperoni e pomodori.
  6. Panzanella: uno dei miei piatti estivi preferiti, sua maestà la panzanella, mi piace così tanto che ne ho inventato una mia versione, la panzanella con polpo e avocado.

La polenta

Anche la polenta avanzata è talmente versatile che merita un capitolo a sé. Ne avanza sempre in quantità e si possono ricreare numerose ricette. Io quasi preferisco la polenta avanzata, con la quale mi posso sbizzarrire a quella appena fatta. Qui di seguito qualche spunto:

  1. Chips di polenta
  2. Torrette di polenta
  3. Pizzette di polenta
  4. Polenta e gorgonzola: disponete la polenta tagliata a fette in una teglia, distribuitevi sopra il gorgonzola e del formaggio grattugiato, infornate 15 minuti a forno caldo (220 gradi) e aspettate la doratura. Mi viene l’acquolina in bocca al solo pensiero!
  5. Gnocchi: potete fare delle quenelle di polenta e saltarle in padella con burro, condire con formaggio grattugiato e avrete ottenuto, uno strepitoso primo piatto che scalderà le vostre serate invernali.
  6. Con la polenta potete anche fare dei dolci, come ad esempio le frittelle: sgranate la polenta avanzata con la forchetta, aggiungete la farina fino a quando l’impasto risulta lavorabile, create le frittelle delle dimensioni che preferite e friggetele in abbondante olio di arachidi. Asciugatele sull’apposita carta per fritti e servitele cosparse di zucchero semolato.

Risotto

  1. Riso al salto: distribuite il risotto su un piatto piano, allargandolo bene e compattandolo. Imburrate una padella, distribuitevi il riso schiacciandolo con un cucchiaio e fatelo dorare a fuoco vivo per pochi minuti per parte, fino a quando non si sarà formata una deliziosa crosticina.
  2. Arancini : qui di seguito la ricetta di Giallozafferano https://ricette.giallozafferano.it/Arancini-di-riso.html
  3. Polpette (vedi tutto è polpettabile)
  4. Ripieno per verdure
  5. Gratinato (vedi tutto è gratinabile)

La frutta

Quante volte capita di comprare più frutta di quella che riusciamo a consumare?

  1. Con le banane mature si possono fare degli ottimi frappè: basta aggiungere un bicchiere di latte per ogni banana, un po’ di zucchero e frullate. Bevetelo a colazione e vi darà la giusta carica per affrontare la giornata. Oppure potete fare un delizioso banana bread,
  2. Se avete diverse tipi di frutta, potete provare la mia Fruit Pie, una rivisitazione della classica Apple Pie.
  3. Con mele, pere, albicocche o prugne, e anche cachi, potete preparare delle deliziose torte, qualche ricetta: torta di albicocche, torta di pere con farina di riso, focaccia dolce di prugne, torta di cachi e cioccolato.
  4. Se la frutta da smaltire è davvero tanta, la soluzione migliore è sempre la marmellata: in rete troverete moltissime ricette per tutti i gusti e di tutti i tipi.

Carne avanzata

Ci sono tipi di carne, che sarebbe meglio non riutilizzare, per una questione di sicurezza, come ad esempio il pollo. Ma in altri casi, magari dopo una grigliata tra amici, o nel caso in cui abbiate esagerato con l’arrosto, in cui si possono inventare nuovi piatti anche con la carne avanzata.

  1. Sugo: preparate un soffritto, tagliate la carne avanzata a bocconcini piccoli, sfumate con un po’ di vino e aggiungete la salsa di pomodoro. Avrete un ottimo condimento con cui condire la pasta.
  2. Risotto: potete aggiungere la carne avanzata al soffritto per il risotto.
  3. Nel caso in cui ad essere avanzato sia l‘arrosto, tagliatelo a fettine sottili e conditele con una maionese tonnata. Per un piatto più light, preparate una salsa con yogurt greco, succo di limone, erba cipollina, olio evo e sale.
  4. Polpette e polpettone: vedi tutto è polpettabile

Il pesce

E’ difficile che avanzi il pesce, inoltre essendo un alimento facilmente deteriorabile, va consumato in fretta e fresco. Ma se a pranzo, avete preparato del branzino dell’orata al forno o al cartoccio, e ne avete avanzate un po’, potete tranquillamente aggiungerlo ad un sughetto di pomodoro semplice per la cena, e preparare due spaghetti saporiti.

Verdure lesse

Oltre a essere polpettabili, frittatabili e gratinabili, sono perfette per condire pasta o riso: basta saltarle in padella con aglio e olio extra vergine d’oliva. Con patate e fagiolini, potete preparare il classico polpettone genovese.

Verdure grigliate

Anche le verdure grigliate sono estremamente versatili:

  1. Potete condire pasta o insalata di riso, ma anche farro, orzo, cous cous o quinoa.
  2. Realizzate dei gustosi involtini: con un po’ di formaggio fresco spalmabile, prosciutto o frutta secca.
  3. Gustosissimi anche gli involtini di melanzane

Per concludere…

Un esempio di come a volte basta spremere un po’ le meningi, per reinventare un cibo o una ricetta, sono i tartufi di cous cous . Da un avanzo della cena della sera precedente, ne ho ricavato una gustosa e originale merenda!

Con un po’ di fantasia e creatività, possiamo davvero ridurre gli sprechi in cucina!