Crea sito

Marmellata di melagrana e mele

Quando chiedo alle mie amiche e conoscenti qual è la cosa che le attira di più di una ricetta, la risposta è quasi sempre la stessa: che sia facile e veloce, se poi si sporca anche poco la cucina, allora siamo di fronte alla ricetta quasi perfetta. Non è sicuramente il caso della MARMELLATA DI MELAGRANE E MELE: per prepararla dovrete avere molta pazienza, e sporcherete anche la vostra cucina, ma la soddisfazione che avrete nel prepararla è impagabile e vale sicuramente un po’ di fatica. Come sempre poi tutto è relativo, io mi sono divertita anche a sgranare le melagrane, l’ho trovato quasi meditativo e , orologio alla mano, non c’ho messo nemmeno così tanto tempo. Quindi se avete la fortuna di avere un albero di melagrane, o se siete ancora più fortunati, come nel mio caso, e ve le regalano in abbondanza, dovete assolutamente provare questa ricetta, non ve ne pentirete! La marmellata di melagrane e mele è perfetta per la colazione, ma anche per preparare deliziose e profumate crostate. Qui sotto, nella ricetta, troverete anche i miei preziosi consigli per utilizzare la giusta quantità di zucchero nella preparazione delle marmellate e per sterilizzare in maniera corretta i barattoli.

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni3 barattoli
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 2 kgMelagrana
  • Mezzo kgMele
  • Mezzo kgZucchero
  • 150 mlSucco di limone

Strumenti

  • Pentola
  • Colino / Scolapasta
  • Schiumarola
  • Barattoli

Preparazione

  1. Per prima cosa, sgranate le melagrane.

    Per farlo in maniera semplice e veloce, tagliate la calotta superiore del frutto, e praticate dei tagli lungo la scorza, come per dividere la melagrana in spicchi, cercando di rispettare le linee bianche della pellicina interna.

    Dividete il frutto spaccandolo lungo i tagli.

    A questo punto, procuratevi una pentola capiente, la stessa in cui cuocerete la marmellata, e picchiettate con il dorso del cucchiaio gli spicchi delle melagrane: i chicchi cadranno naturalmente nella pentola.

    Può sembrare un lavoro lungo e noioso: in realtà ho impiegato 15 minuti per sgranare i due kg di melagrane, e giuro che l’ho trovato anche piuttosto divertente.

    Mettete la pentola sul fuoco e cuocete i chicchi di melagrana.

    Intanto occupatevi dei barattoli di vetro: con queste dosi dovreste ottenere circa 2/3 barattoli di marmellata.

    Lavate con cura i barattoli.

    Io li lavo in lavastoviglie e poi li sterilizzo in forno in questo modo: porto la temperatura a 70 gradi e metto dentro barattoli con relativi coperchi per circa 15 minuti.

    Tolgo i barattoli dal forno, con le mani pulite e li lascio raffreddare.

    Torniamo a occuparci della marmellata: le melagrane saranno ormai cotte, dovranno andare per circa 15 minuti.

    Passatele ora con un colino, per eliminare tutti i semini.

    Rimettete il succo del melograno così ottenuto sul fornello.

    Occupatevi ora delle mele: lavatele, sbucciatele e tagliatele grossolanamente, eliminando anche il torsolo.

    Aggiungetele alle melagrane insieme al succo di limone.

    Proseguite la cottura eliminando la schiuma con l’apposito mestolo forato.

    Quando la frutta sarà cotta (le mele devono disfarsi) aggiungete lo zucchero.

    Io di solito procedo in questo modo: peso la frutta cotta e metto la metà del peso di zucchero (per un kg di frutta cotta, utilizzo mezzo kg di zucchero).

  2. A questo punto portate a cottura la marmellata, basteranno ancora pochi minuti: circa 10/15, deve essere densa ma non troppo, io faccio la prova del cucchiaio di legno, sollevandolo dalla pentola deve scendere un unica goccia di marmellata, non si deve dividere in ulteriori goccioline.

    Adesso che la marmellata è pronta, potete invasarla: versatela ancora bollente nei barattoli, aiutandovi con un mestolo.

    Lasciate circa due dita di spazio dal bordo.

    Chiudete con il coperchio e mettete i barattoli a testa in giù: in questo modo si creerà il sottovuoto.

    La vostra marmellata è pronta!

Mi trovate anche su : Facebook, Instagram, Twitter e Pinterest

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.