Crea sito

Gnocchi alla romana senza uova e senza latte

In questi duri giorni, in cui fare la spesa è un impresa, ho deciso che il mio nuovo motto sarà fare di necessità virtù. Questo preambolo per dirvi che i miei gnocchi alla romana di oggi, sono senza uova e senza latte, di cui attualmente sono sprovvista in casa. Vi assicuro che sono venuti buonissimi: ho abbondato con il Parmigiano e gli ho arricchiti con il prosciutto cotto, con pochi ingredienti, ne è uscito un piatto davvero gustoso.

  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 250 gSemolino
  • 1 lAcqua
  • 100 gParmigiano Reggiano DOP
  • 100 gProsciutto cotto
  • 50 gBurro
  • q.b.Sale

Preparazione

  1. Per prima cosa portate a ebollizione l’acqua, salatela.

    Quando bolle, toglietela dal fuoco e aggiungete a pioggia il semolino.

    Rimettete sul fuoco, aggiungete una noce di burro e continuate la cottura fino ad ottenere una polentina dalla consistenza morbida.

    Tagliate a listarelle il prosciutto cotto e grattugiate il Parmigiano, dopodiché aggiungeteli al semolino (solo metà del Parmigiano, il restante vi servirà per condire gli gnocchi).

    Stendete il preparato su una teglia rettangolare, su cui avrete adagiato un foglio di carta forno. Aiutatevi con una spatola o con il dorso di un cucchiaio.

    Lasciate raffreddare il semolino per almeno 30 minuti.

    Aiutandovi con un coppa pasta rotondo, delle dimensioni di una tazzina, create ora gli gnocchi alla romana. Se non avete il coppa pasta, potete usare proprio una tazzina.

    Man mano che preparate gli gnocchi, metteteli in una teglia da forno.

    Ricopriteli con il formaggio grattugiato e fiocchetti di burro.

    Gli gnocchi sono pronti per essere infornati: fateli cuocere in forno caldo, 180/200 gradi per circa 15 minuti, finché non appaiono dorati in superficie.

    Servite!

Note

Gli gnocchi alla romana, sono perfetti da preparare in anticipo, per poi essere gratinati al momento.

Se volete attenervi alla ricetta originale, cuocete il semolino in un litro di latte e quando il composto è freddo, aggiungete due tuorli d’uovo.

Sono un piatto povero, che può essere facilmente rivisitato con la nostra fantasia, io ne ho sperimentate diverse versioni: con il gorgonzola (golosissimi), con il salmone (raffinati) con il tartufo (super raffinati)

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.