Crea sito

Grano saraceno risottato ai funghi e topinambur

Grano saraceno risottato ai funghi e topinambur

Fosse per me mangerei un giorno riso e l’altro grano saraceno. Amo preparare il grano saraceno in svariati modi.  Uso la farina molto spesso  per fare crepes, dolci, biscotti. Invece con i granellini così  belli e triangolari porto in tavola insalate, polpette e risottato come in questo caso.

Ricordiamo che il grano saraceno è il cereale più yang in assoluto ideale d’inverno.

Grano saraceno risottato ai funghi e topinambur

 

grano saraceno risottato

Ingredienti per 4 persone:

 

  • 240 gr. di grano saraceno
  • 1 scalogno
  • 2 topinambur bio
  • quanche fungo shitake (o pioppini)
  • 500 gr. brodo vegetale  con dado homemade
  • olio extra vergine d’oliva sale, pepe,  q,b

Preparazione:

  1. Lavate il grano saraceno e scolarlo bene.
  2. Lavate bene e strofinateli con la spazzolina apposita i topinambur e tagliateli  a piccoli pezzettini  lavate e tagliate i funghi
  3. In una casseruola mettete un filo d’olio e lo scalogno tritato fine, ad appassire per qualche minuto.
  4. Aggiungete il grano saraceno e fate tostare e insaporire.
  5. Aggiungere il brodo caldo poco alla volta, i topinambur e i funghi.
  6. Il grano saraceno assorbe meno liquidi del riso, ma aspettate comunque a versare altro brodo  quando il precedente  è assorbito.
  7. A cottura ultimata regolare di sale e pepe, aggiungete un filino d’olio crudo, spolverizzare con qualche fogliolina di prezzemolo tritata, e un pizzico di succo di limone per esaltarne il sapore.

frano saraceno2 2

Notizie sul grano saraceno: 

Il grano saraceno è originario del Nord Europa e dell’Asia. Dal decimo al tredicesimo secolo è stato ampiamente coltivato in Cina, da dove si è poi diffuso in Europa e in Russia tra il quattordicesimo e il quindicesimo secolo. Negli Stati Uniti la sua introduzione avviene, invece, 100 anni più tardi.

Ricco di flavonoidi tiene basso il colesterolo cattivo, essendo ricco di magnesio, riduce il rischio di diabete.

 

Vi è piaciuta questa ricetta? Venitemi a trovare allora anche su Facebook, in Timo e lenticchie, risponderò personalmente a tutte le vostre domande, oppure seguitemi su Twitter e Pinterest!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.