Colazione macrobiotica frutta al kuzu

Colazione macrobiotica frutta al kuzu

 

Colazione macrobiotica frutta al kuzu

Ricordo quando tantissimi anni fa, frequentai un bel corso di cucina macrobiotica fuori città. Quel corso mi è servito per la vita, visto che quando mi sento strana o senza energie, metto nel piatto l’energia dello yin e dello yang. Dico pure che la macrobiotica mi è stata di grandissimo aiuto quando soffrivo di mal di stomaco.
A volte mi chiedono che tipo di alimentazione prediligo. Ogni volta ci rifletto prima di dare una risposta, perché risponderei di getto che l’alimentazione che prediligo è quella che il mio corpo mi chiede.
Al primo posto metto un tipo di alimentazione macrobiotica vegetale un pochino elastica, nel senso che golosa come sono  di frutta ed ortaggi crudi esagero  rispetto a dettami macrobiotici..
Quello che ho sempre fatto mio della macrobiotica, (che non è assolutamente una dieta ma una filosofia e uno stile di vita) è come essa sia capace di riconciliare l’essere umano con le leggi della natura.
Adottare uno stile di vita macrobiotico sicuramente aiuta a ritrovare l’armonia con noi stessi e con il resto che ci circonda. Per niente il termine macrobiotica è composto da makros (grande) e biotikos (della vita), cioè vita grande, piena, felice, armonica.
Mi è sempre piaciuta molto questo stile di vita perché in primis  non detta regole e proibizioni,ci aiuta ad ascoltare ciò di cui abbiamo bisogno.

Io ho adottato una macrobiotica light, perché ogni tanto ricado nell’uso di zucchero anche se integrale, uso poche alghe perché prediligo una cucina territoriale e raramente uso  l’ acidulato di umeboschi per esempioInvece spesso uso il miso, il shoyu e tamari nelle mie zuppe e per condire le verdure. Per dichiararmi macrobiotica dovrei poi  rispettare le percentuali nei miei piatti unici  di 50/60% di cereali, 30/40% di verdure e 5/10% di legumi …  diciamo che spesso prediligo la quantità di verdura ai cereali, insomma faccio ad occhio ;).

Colazione macrobiotica frutta al kuzu

Due gli alimenti macrobiotici presenti in questo piatto velocissimo ideale per colazione o spuntino anche serale: il kuzu e il tè verde kukicha 

Il kuzu: è un amido ricavato dalla radice della Pueraria Japonica, lo  si acquista in polvere o in pezzettini che sembrano gessetti. Il kuzu si usa in zuppe, minestre o dolciumi, un anti infiammatorio naturale per il tratto digerente e anche un tonificante dell’ intestino in caso di diarrea.

Come si prepara il kuzu? Semplicemente sciogliendo un paio di cucchiaini in poca acqua fredda. Si porta a bollore dell’altra acqua, si versa il kuzu e si può leggermente addolcire e  ebere mattino o sera.

Colazione macrobiotica frutta al kuzu 2Ingredienti per una  scodella, ottimo anche sostituendo la pera alla mela.

  • 1 mela bio
  • uvetta q.b.
  • qualche mandorla
  • un bel cucchiano di kuzu
  • una tazza di tè kukicha

Preparazione

  1. Lavate pelate e tagliate a tocchetti la mela e passatela in padella qualche minuto.
  2. Lavate e ammollate un pochino l’uvetta e poi strizzata buttate in padella anche lei per qualche minuto.
  3. In uno scodellino sciogliete il cucchiaino di kuzu in un pochina di acqua fredda e unitelo alla mela, mescolate, lasciate ancora un minuto a rapprendere e spegnete.
  4. Unite anche delle mandorle e lasciate intiepidire.
  5. Nel frattempo preparate il tè kukicha: mettete a bollire l’acqua, buttate un cucchiano di tè e dopo tre minuti spegnete.

Conoscete il tè kukicha?  Il kukicha è un tè verde Giapponese, che viene preparato con i rametti della pianta. Non avendo le foglie non contiene teina. Si chiama anche tè dei tre anni perché i rametti vengono raccolti quando hanno tre anni e poi essiccati per un anno e tostati. Contiene molte proprietà, alcalinizzante, diuretico, digestivo, rimineralizzante ecc. Molto amato dalla macrobiotica.

Altre ricette macrobiotiche  nell’apposita sezione 

Di ispirazione per me dopo quel vecchissimo corso che mi ha avvicinato alla macrobiotica, due gradi donne: Silvia Petruzzelli  coautrice del bel libro che consiglio Il cibo della gratitudine, e Dealma Franceschetti  e di lei consiglio il libro L’apprendista macrobiotico.


Se vuoi tornare alla HOME PAGE per  cercare nuove idee per i tuoi piatti

Se ti va lascia un commento sull’apposito spazio qui sotto

Articolo e Foto: Copyright ©  All Rights Reserved Timoelenticchie

Precedente Una giornata al frantoio Fratelli Turri Successivo Alla scoperta del pignoletto d'oro di Rettorgole De.Co.

2 commenti su “Colazione macrobiotica frutta al kuzu

  1. Anonimo il said:

    ciao! sono Michele un appassionato di cucina Macrobiotica, volevo farti i complimenti per il blog, mi piace molto!
    spero di poterti seguire ora che l ho scoperto.
    grazie e a presto.

    • Ciao Michele, grazie sei molto gentile! amo molto la macrobiotica vegetale, diciamo che non faccio largo uso di prodotti giapponesi particolari, anche perchè non è facile reperirli…tipo mirin, funghi particolari ecc… però cerco di mangiare sano sempre con un occhio al sapore itaiano e alla vista visto che adoro il cibo colorato e che invogli. Grazie di essere passato di qui un abbraccio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.