Crostata albicocche e ciliegie ricetta vegana

Crostata albicocche e ciliegie ricetta vegana

In questo Luglio cos’ caldo la frutta matura in un lampo. Ancora qualche ciliegia, ma albicocche tante tante. Cosa farne oltre alla confettura, e frullati ? Usare le albicocche anche per un semplice dolce come questo. Un dolce senza zuccheri aggiunti se non quelli della frutta.

 

Crostata albicocche e ciliegie ricetta vegana 1

Crostata albicocche e ciliegie ricetta vegana

Ingredienti per una torta da cm. 24 – Tempo di preparazione: 60 minuti

Per la base di frolla:

  • 200 farina di tipo 2 macinata a pietra
  • 50 g di maizena
  • 100 g di mandorle macinate fini meglio se tostate
  • mezza bustina di lievito per dolci con cremor tartaro
  • buccia di limone bio grattugiata
  • 50 g di uvetta bio ammollatata strizzata
  • 150 succo di mela bio
  • 30 g di olio extra vergine delicato
  • un pizzico di sale marino integrale

Per il ripieno:

  • 12 albicocche mature bio
  • 10 ciliegie (o altra frutta di stagione)
  • mezzo barattolo di confettura di ciliegie o albicocche senza zuccheri aggiunti
  • succo di mezzo limone
  • mandorle a scaglie q.b.
  • foglie di menta o erba cedrina q.b per decorare

Preparazione:

  1. In una ciotola setacciate assieme la farina di tipo 2 con la maizena e il lievito cremor tartaro.
  2. Aggiungete le mandorle tritate fini, la buccia del limone grattata, l pizzico di sale e l’uvetta bio.
  3. Mescolate bene, in una planetaria farete in un attimo. Unite anche olio e il succo di mela, fino ad avere un bel composto da frolla.
  4. Preparate il solito panetto e lasciate riposare una mezz’ora.
  5. Passato il tempo stendete la frolla fino a mezzo centimetro di spessore e adagiatela nell tortiera, bucherellandola bene.
  6. Riempite con la confettura stemperata con il succo di mezzo limone, decorate con albicocche a fettine e altra frutta di stagione.
  7. Passate in forno caldo a 180 gradi per 30 minuti. Lasciate raffreddare e decorate con mandorle a scaglie e foglioline di erba Luigia o mentuccia.

Perchè le albicocche fanno bene – nutraceutica

Antiossidante per natura con tutta la sua vitamina A l’albicocca è un frutto eccezionale. Pensate che bastano 3 albicocche per avere il 12% di fibra indispensabile al giorno.  Ottimo frutto per tenere a bada la glicemia,  contiene 48 kcal per 100 g.  Fonte di beta-carotene e licopene.

 

albicocche e proprietà

Da dove arrivano le albicocche?

Furono gli Arabi  nel I secolo d.C. a portarla nel Mediterraneo,ma l’albicocco è originario dalla Cina e Asia  Centrale dove si trvano traccie dal  3000 a.C. Alessandro Magno le scoprì in Armenia.

Conoscete la leggenda sulle albicocche?

In origine era solo una pianta dai fiori bianchi  ma quando l’Armenia fu invasa dai nemici, ordinarono di fare legname di tutti gli alberi che non producevano frutta. Sarebeb stata anche la fine dell’albicocco se una ragazzina non avesse pianto disperata ai piedi di un albero per la notte intera. Il mattino racconta la leggenda, tra le fronde erano spuntati frutti dorati e saporiti.

Curiosità sulle albicocche

Tempo fa, le donne cinesi mangiavano tante albicocche perchè convinte fossero utili per la fertilità. E” stato poi negli anni confermato dalla scienza che sono ricche di minerali indispensabili per gli ormoni sessuali.

Fonti: cure naturali.it

con questa ricetta partecipo al contest Impastiamo insieme ideato da Paola e Floriana dei blog Cucinando con Paola e Semi di Vaniglia” 

 

Se vuoi essere sempre aggiornato sulle mie ricette iscriviti alla newsletter.
Seguimi poi in Facebook, in Timo e lenticchie, risponderò personalmente a tutte le  domande, in Instagram oppure seguimi su Twitter o Pinterest

Articolo e Foto: Copyright ©  All Rights Reserved Timoelenticchie

 
Precedente Pesto di rucola ricetta senza lattosio Successivo Zucchine al forno al profumo di menta

Lascia un commento