Rape in padella o rave in tecia ricetta veneta

A volte mi piace ricordare i sapori di quando ero piccola, quando mia madre preparava le rape in padella o rave in tecia ricetta veneta. Di ofigine trentina portata poi in Veneto questa è una delle pià antiche ricette della tradizione popolare, in quanto le rape erano una delle verdure più usate. Veniva aggiunta la pancetta che io naturalmente ho omesso.

rape in padella o rape in tecia ricetta veneta

Le rape le uso spesso in cucina non solo la mia amata rapa rossa che cucino in tanti modi, nel tortino con le foglie, nelle crepes, nelle vellutate ma anche quella di Chioggia così bella anche da mangiare cruda in insalata. Il rafano nero invece lo uso poco perchè è più piccantico, ma questa volta l’ho messo assieme alle rape bianche

Rape in padella o rave in tecia ricetta veneta

Ingredienti:

  • un rafano nero o ramolaccio
  • 2 rape bianche
  • uno scalogno
  • 3 cucchiai di aceto di mele
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • olio extra vergine q.b.
  • sale e pepe q,b.
  • rosmarino un rametto tritato
  • una foglia di alloro

Preparazione:

  1. Sbucciate le rape dopo averle ben lavate e lessatele in poca acqua per 30 minuti.
  2. Tagliatele a listarelle. In una padella stufate uno scalogno tritato con un filo d’olio extravergine, aggiungete il rosmarino, l’alloro l’aceto di mele e lo zucchero di canna. unite anche le rape, salate, pepate e cuocete a fiamma bassa per una decina di minuti mescolando. Gli ultimi minuti alzate leggermente così che si formi la doratura. Servite come contorno con legumi e cereali.

rape bianche nere rape di chioggia

Ho messo insieme il ramolaccio, ovvero la Rapa o Ravanello Nero invernale. Ha un sapore un po’ piccantino, fa molto bene per i problemi digestivi, anche per la tosse se ne beviamo il succo e la rapa bianca.

Se decidete di realizzare  le rape in padella o rave in tecia ricetta veneta aggiungete gli  hashtag  #timoelenticchie e ricordate di taggare @timoelenticchie  su instagram  e Timo e lenticchie   su FaceBook, o venitemi a trovare per qualsiasi domanda.

 

 

 

Precedente Pasta frolla senza burro e senza uova friabile Successivo Vellutata di pastinaca e carote

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.