Crea sito

Risotto porri e patate mantecato all’olio

Risottino veloce? Risottino semplice? Questo risotto porri e patate mantecato all’olio dal sapore delicato è un classico. In questo caso la cremosità è data dalla patata e dalla mantecatura all’olio.

Ho preferito mantecare il risotto porri e patate con l’olio anzichè con il burro per renderlo adatto anche a chi è intollerante al lattosio o ha scelto un’alimentazione veg.

Ho scelto un riso vialone nano delle mie parti, il vialone nano di Grumolo delle Abbadesse, presidio slow food. Introdotto  in questa zona nel cinquecento dalle monache benedettine che bonificarono la zona e costruirono dei canali per poter portare l’acqua, canali tutt’ora utilizzati.

Il vialone nano di Grumolo ha chicchi medio-piccoli,  la qualità però,grazie alle caratteristiche del terreno e delle acque, è veramente eccezionale. Il vialone di Grumolo si gonfia  con la cottura e assorbe  benissimo i condimenti.

Ho scelto un bel porro bio e una patata di montagna, esattamente  di Rotzo prodotto DE.CO.vicentino e l’olio extravergine di Pove del Grappa DE.CO.

Il brodo è vegetale preparato con il dado fatto in casa

Risotto porri e patate mantecato all'olio
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    14 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • 300 g Riso vialone nano
  • 1 porro
  • 1 patata
  • q.b. Brodo vegetale
  • 2 cucchiai olio extravergine bio
  • q.b. Erba cipollina
  • q.b. Sale
  • q.b. Pepe
  • 1 goccia Succo di limone
  • q.b. parmigiano 30 mesi

Preparazione

  1. Lavate molto molto bene il porro tagliando la parte verde (che userete per una zuppa) e scostando i primi giri, dove di solito si annida un pochino di terriccio. Tagliatelo molto finemente. Pelate e tagliate le patate di Rotzo a cubetti molto piccoli.
    Stufate il porro  in una padella per qualche minuto con un filo d’olio.

    In una casseruola di alluminio bella grande  nel frattempo tostate il riso a secco , distribuite bene il riso, mescolandolo in continuazione per tre o quattro minuti facendo attenzione che non attacchi. Vi accorgete quando è tostato perchè cambia colore e diventa trasparente. Oppure per vedere se il riso è tostato, potete prendere in mano un chicco che deve scottare.

    A questo punto unite un mestolo di brodo vegetale caldo, il porro stufato, la patata a cubetti  e fate insaporite.  Aggiungete i mestoli di brodo vegetale caldo (sarà in un altra pentola che sobbolle, solo quando il precedente brodo è stato assorbito. Portate a cottura in 14 minuti circa a seconda del tipo di riso scelto, alla fine dovrete avere un riso bello morbido ma al dente.

    A questo punto spegnete, unite un cucchiaio di olio extravergine e tenendo saldamente la pentola, con colpi decisi fate andare avanti e indietro in modo da creare l’onda di mantecatura.

    Chiudete un paio di minuti con il coperchio in modo che il riso rilasci ancora amido.

    Io aggiungo prima di impiattare proprio una goccia di limone per rendere l’acidità che mancherebbe al piatto, segreto confidatomi da uno chef anni fa. Regolate di sapore come preferite, con un buon parmigiano 30 mesi di stagionatura (che non contiene lattosio se siete intolleranti).

    Spolverate di erba cipollina e buon appetito.

     

  2. Con questo risotto porri e patate mantecato all’olio partecipo al contest di AIFB  e tu come lo manchechi

     

Note

  1. Guarda le ricette di risotti che trovi nel blog per tante idee e la sezione dedicata alle ricette con la zucca che amo tanto
  2. Se vuoi tornare alla HOME PAGE per cercare nuove idee per i tuoi piatti

    Se ti va lascia un commento sull’apposito spazio qui sotto

    Articolo e Foto: Copyright © All Rights Reserved Timoelenticchie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.