Crea sito

Risotto ai porcini e Castelgrotta De.Co

Domenica 21 ottobre si rinnova a Schio l’appuntamento con “La montagna in città”, una manifestazione che promuove i luoghi, i percorsi e la cultura del territorio scledense.

Latterie Vicentine aderisce all’iniziativa e apre al pubblico la grotta sotto il colle denominato del “Castello”, un ex rifugio antiaereo, costruito durante la seconda guerra mondiale, oggi adibito alla stagionatura del formaggio Castelgrotta, prodotto De.Co.

Si potrà visitare la grotta e degustare un formaggio dal sapore particolare e unico. Inconfondibile  grazie alla particolare maturazione in grotta: un ambiente naturale di oltre 500 metri quadrati, con temperature variabili a seconda delle stagioni (8°/13°), umidità (98%) e ventilazione costante. Condizioni ottimali per la stagionatura di questo formaggio.

Il Castelgrotta è prodotto utilizzando latte intero raccolto ogni giorno dalle aziende agricole associate latterie vicentine.

La pasta, lasciata morbida e in seguito salata con sale marino, senza aggiunta di additivi o conservanti, asciuga inizialmente in magazzino. In seguito le forme vengono trasferite in grotta, dove avviene la stagionatura in modo naturale.

Una lavorazione interamente fatta a mano, seguendo gli stessi procedimenti dell’antica arte casearia. Dopo un periodo di affinamento che va dai 5 ai 6 mesi, si procede con la pulizia, raschiatura, l’etichettatura e l’imballaggio.

A settembre 2015 si è aggiudicato l’Oro nell’undicesima edizione di Caseus Veneti, il prestigioso concorso dei formaggi del Veneto, oltre al Premio Giuria Popolare.

La grotta è la maggiore delle gallerie ipogee presenti nel territorio: presenta internamente una struttura a tunnel lunga un centinaio di metri per tre di larghezza, scavata su un piano inclinato, dalla quale si sviluppano 7 gallerie trasversali minori e cieche di circa 5/6 metri.

Latterie Vicentine ha scelto di ristrutturare questo luogo ritenendolo ideale per la stagionatura del formaggio.

Questa galleria rinasce oggi per custodire e conservare un tesoro della tradizione legata al territorio della Pedemontana vicentina.

In montagna con queste belle giornate ancora si trovano i funghi porcini, niente di meglo che gustarli in un risotto sposandoli con il Castelgrotta di Latterie Vicentine

Risotto ai porcini e Castelgrotta De.Co

 

 

Risotto ai porcini e Castelgrotta De.Co
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    20 minuti
  • Cottura:
    14 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • 280 g Riso Carnaroli
  • uno Scalogno
  • 600 g Brodo vegetale
  • 2 porcini freschi
  • pizzico Sale
  • pizzico Pepe
  • q.b. olio extravergine di oliva
  • q.b. Prezzemolo
  • 2 cucchiai Vino bianco secco

Preparazione

Risotto ai porcini e Castelgrotta De.Co

  1. Con uno straccetto umido passate bene i funghi porcini togliendo i residui di terra e date una velocissima lavata.

    Tagliateli a fettine, e mettete da parte.
    In una casseruola da risotto versate  un filo d’olio e lo scalogno tritato fine ad appassire per qualche minuto.

    Unite i funghi e fate cuocere a fuoco medio per qualche minuto.
    Unite il riso e tostatelo per qualche minuto.  Unite anche il vino bianco e fate evaporare.
    Ora è la volta del brodo caldo che verrà aggiunto poco alla volta, aspettando a versarne ancora solo quando il precedente sarà quasi assorbito.
    A cottura ultimata del risotto, circa 14/15 minuti , a seconda del tipo di riso ( deve restare leggermente al dente)

    A questo punto spegnete, unite i castelgrotta grattato con una grattugia a fori larghi, il prezzemolo fresco tritato. Tenendo saldamente la pentola, con colpi decisi fate andare avanti e indietro in modo da creare l’onda di mantecatura.
    Chiudete un paio di minuti con il coperchio in modo che il riso rilasci ancora amido.

    Servite subito il Risotto ai porcini e Castelgrotta De.Co

Note

Se vuoi tornare alla HOME PAGE per cercare nuove idee per i tuoi piatti

Se ti va lascia un commento sull’apposito spazio qui sotto

Articolo e Foto: Copyright © All Rights Reserved Timoelenticchie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.