Delizie di pesca tabacchiera e amaretti alla crema di miglio

Delizie di pesca tabacchiera e amaretti alla crema di miglio

Estate, tempo di frutta dolce e profumata, tempo di pesca tabacchiera. la conoscete la pesca tabacchiera o saturnina? Quella pesca vellutata che è schiacciata, che sembra un piccolo panino rosa e profumata, la conoscete? In fondo all’ articolo ve la faccio conoscere meglio, intanto se la trovate al negozio di fiducia, provate a preparare con me queste Delizie di pesca tabacchiera e amaretti alla crema di miglio.

 

Delizie di pesca tabacchiera e amaretti alla crema di miglio

Vietato accendere il forno d’estate e magari vietato anche cuocere la frutta così buona e succosa come la pesca tabacchiera. Allora ecco un dessert al cucchiaio, goloso e buono, preparato con prodotti sani, un dessert vegetariano.

Delizie di pesca tabacchiera e amaretti alla crema di miglio

Ingredienti per 4 bicchieri

Tempo di preparazione:  15 minuti + il raffreddamento

  • 5 pesche tabacchiere fresche e mature
  • succo di limone
  • 200 g di amaretti
  • 125 g di yogurt greco 0%
  • 2 cucchiai di miele di acacia
  • 100 g di miglio lessato
  • 50 g di cioccolato fondente
  • latte di riso o se preferite mandorla  q.b.

Preparazione delle delizie di pesca tabacchiera e amaretti alla crema di miglio

  1. Lavate, pelate e fate a pezzetti le pesche tabacchiere, irroratele con un poco di succo di limone perchè non scuriscano, mettetele in una ciotola che le contenga giuste e coprite con pellicola.
  2. In un mixer frullate gli amaretti assieme allo yogurt greco e mettete da parte
  3. Tritate il cioccolato e scioglietelo a bagnomaria o al microonde.
  4. Sempre nel mixer versate il miglio lessato, unite il cioccolato fuso, il miele di acacia  e cominciate a frullare, unite a filo latte di riso o mandorla finchè avrete ottenuto un budino liscio e goloso.
  5. Nei bicchieri fate uno strato di fondo con il composto agli amaretti, proseguite con uno strato di pesche, budino di miglio e ancora pesche.
  6. Decorate con un filo di miele di acacia e soffiato di cereali ( qui quinoa caramellata)
  7. Passate in frigorifero a raffreddare

Conoscete la pesca tabacchiera?

Ha un nome difficile questa varietà di pesca, si chiama genericamente pesca platicarpa, di cui fanno parte la  pesca tabacchiera dell’Etna ed infine in pesca saturnina.

Ma cominciamo dall’inizio la storia di questa eccellenza italiana, così profumata e gustosa.Pare che la pesca tabacchiera sia partita dalla Cina  Platicarpa significa piatta, infatti questa varietà di pesca a polpa bianca è piatta, simile ad un piccolo panino schiacciato al centro.

La prima fu la Tabacchiera dell’Etna presidio slow food

Fu introdotta in Europa attraverso la Persia, anche se pare che la pesca tabacchiera sia partita dalla Cina. Nel secondo dopoguerra in SIcilia furono introdotti i primi peschi  e le varietà introdotte dopo che si vede che la zona è vocata per la frutticoltura, sono molte.Tra tutte spicca la Tabacchiera a pasta bianca: una pesca dalla forma  schiacciata e dal profumo  intenso. Una pesca piccolina, pelosetta  che alle pendici  sull’Etna trova un habitat ideale. Molto delicata e facile ad essere attaccata dai parassiti, difficilmente la tabacchiera originale arriva fuori dal territorio siciliano. In Sicilia sono state poi impiantate le varietà marchigiane più resistenti. Così dalla Sicilia lle tabacchiere resistenti sono coltivate  in Basilicata, nelle Marche, in Emilia Romagna e in Piemonte.

SI coltivano  altri incroci di platicarpa più resistenti come la Saturnia più grande, che però essendo un marchio registrato, tutti poi chiamano saturnina, con la buccia più sottile e meno pelosa. Saturnia e saturnina  perchè schiacciata assomiglia ad un anello del pianeta Saturno. L’istituto sperimentale di Frutticoltura di Roma ha fatto altri incroci chiamati poi con nomi UFO 2  UFO 3 sempre a ricordare la forma a disco volante.

Nocciolo piccolissimo, tutta polpa racchiusa da una buccia rossa e di velluto.  Profuma come la rosa, il suo sapore di vaniglia e fragola è unico.

pesca tabacchiera proprietà

 

Se vuoi tornare alla HOME PAGE per  cercare nuove idee per i tuoi piattti

Se ti va lascia un commento sull’apposito spazio qui sotto

Articolo e Foto: Copyright ©  All Rights Reserved Timoelenticchie

 

 
Precedente Spaghetti di grano saraceno alla crema di peperoni Successivo Peperoni in agrodolce ricetta semplice

Lascia un commento