Crea sito

Zuppa di verdure e fiocchi d’avena

Zuppa di verdure e fiocchi d’avena

Domenica al corso di cucina macromediterranea con La Grande Via, Simonetta Barcella ha preparato una zuppa di verdure e fiocchi d’avena che abbiamo poi condiviso con gioia e gratitudine.

Così  buona e leggera che appena tornata a casa ho voluto riproporla. Come ha spiegato SImonetta, è una zuppa poliedrica in cui si possono usare anche gli scarti di ortaggi che mettiamo da parte, come cimette di finocchio o le parti esterne, foglie di cavolfiore o di porro. Insomma quel che preferiamo.

Al corso è stata preparata la versione base con carote, cipolle e sedano.

Per prima cosa è stato fatto fresco un buon brodo vegetale che è servito per la nostra zuppa. Il brodo  è stato arricchito con una foglia d’alloro, un pezzetto di kombu e uno di fiore di loto essiccato. Il fiore di loto è apprezzato in Oriente da millenni per le sue proprietà e vitamine contenute.

Ieri sera ho voluto fare assaggiare la zuppa anche in famiglia e naturalmente non ne è rimasta nemmeno una cucchiaiata

Zuppa di verdure e fiocchi d’avena

Zuppa di verdure e fiocchi d'avena
  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 30 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 100 g fiocchi d'avena integrale
  • 2 cipolle piccole
  • 2 Carote medie
  • mezza gamba di sedano
  • q.b. Olio extravergine d'oliva (spremuto a freddo)
  • q.b. Sale marino integrale
  • 1000 ml Brodo vegetale
  • 4 cucchiaini miso di riso

Preparazione

  1. Zuppa di verdure e fiocchi d'avena

    Per prima cosa preparate un brodo vegetale, bastano una ventina di minuti.

    Lavate le cipolle, il sedano e le carote che spazzolerete bene. Tagliate tutte le verdure a dadini piccoli.

    In una pentola d’acciaio versate un pochino d’olio extravergine  e unite la cipolla a coprire tutto il fondo. Mescolate bene finchè comincia a diventare trasparente. A questo punto aggiungete un pizzico di sale e poi un paio di cucchiai di brodo che lascerete evaporare. La cipolla non deve mai bruciare, ma deve diventare bella traslucida.

    Unite il sedano e le carote,  insaporite bene, nel frattempo pronto il brodo aggiungetelo, aggiungete anche un pezzettino di alga wakame e cuocete le verdure per una quindicina di minuti, mescolando ogni tanto.  Unite anche i fiocchi d’avena e continuate la cottura per altri 15 minuti finchè la zuppa si è addensata. Spegnete, stemperate il miso con un pochina di acqua e versatelo nella zuppa mescolando.

    Servite calda con gioia. (qui le foto della preparazione di Domenica)

  2. Zuppa di verdure e fiocchi d'avena

Note

Se vi piacciono le mie ricette e il mio modo di fare cucina, è un cambiamento e una consapevolezza alimentare cresciuta nel’arco di dieci anni seguendo i consigli del Dottor Franco Berrino.

Per questo se siete interessati vi lascio una lista di libri che mi hanno resa consapevole e cambiato la vita. Li trovate alla pagina Le mie letture

Se vuoi tornare  in  HOME PAGE per altre mie ricette.

nella mia pagina Facebook Timo e lenticchie puoi interagire e pormi qualsiasi domanda. Oppure iscriverti al mio gruppo

Seguimi anche su Instagram, Twitter o Pinterest ,Google+

Vuoi lasciare un commento qui in fondo all’articolo?
Articolo e Foto: Copyright ©  All Rights Reserved Timo e lenticchie

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

2 Risposte a “Zuppa di verdure e fiocchi d’avena”

  1. i lievito madre semi liquido è più facile da conservare? ho provato con quello solido ma il tempo sempre ridotto non mi permette di gestirlo con serenità.forse sbagliavo ma tutto quella massa appiccicosa poi è anche difficile da lavare nel barattolo

    1. Ciao, allora presto scriverò un post con la mia esperienza sul lievito madre, visto che sono in ufficio 8 ore al giorno e i tempo come per te sono molto ristretti. Secondo me in primis bisogna essere grandi amanti del pane, nel senso di prendere il giro e farsi la pagnotta almeno ogni settimana, altrimenti non ne vale proprio la pena. Cioè deve diventare un abitudine come mettere a mollo i legumi la sera o le cose che fai di routine in cucina. Ora non è molto che ho quello semiliquido ma diciamo che mi piace molto. parti con 50 grammi di lievito semiliquido, aggiungi 100 di acqua, mescoli a mano con una frustina, aggiungi 100 di farina mescoli bene e stop. Lasci raddoppiare o triplicare (dipende dalla froza del lievito) e poi impasti il pane con 150 g. e gli altri 50 Barattolo e chiudi, metti in frigorifero se pensi di usarlo ogni settimana, altrimenti puoi lasciarlo in dispensa e rinfrescarlo e lasciarlo raddoppiare entro tre giorni per altro pane. Non sporchi nulla o quasi, non devi fare salami nel canovaccio e chiusi con spago, non devi sporcare impastatrice… Certo comunque il barattolo lo devi lavare ma è molto più semplice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.