Polpette riso venere e piselli – ricetta

Il profumo di buono ha invaso la mia cucina mentre preparavo le polpette riso venere e piselli .  Ci sono dei cereali più profumati di altri, in particolare il riso. Pensiamo al thai, a qualche basmati particolare. Il profumo del riso venere ricorda quello del pane appena sformato, invade la cucina mentre sobbolle nero come l’ebano nel cuociriso.

In molti pensano che il riso venere sia importato e preferendo il territorio magari lo lasciano sullo scaffale. Nulla di più sbagliato, il riso venere o nero integrale è italianissimo

Perchè si chiama riso venere?

Mi sono sempre chiesta perchè è stato scelto “Venere” per denominare questo riso  e alla fine l’ho scoperto:  nella mitologia Venere è la dea dell’amore,  nel passato il riso nero era chiamato anche riso proibito, considerato adirittura afrodisiaco.

Fu ideato nel 1997 al centro ricerca Sapise,  nasce da un incrocio tra un nostro riso molto resistente e da una varietà di provenienza asiatica che non attecchiva bene a casa nostra.

Il suo colore scuro ci da la ricchezza degli antociani, gli stessi dei frutti scuri, antiossidanti che ben conosciamo. Inoltre il riso venere ha un indice glicemico molto inferiore al riso bianco, sali minerali e vitamine.

Oltre alle polpette vi lascio un consiglio, provate a preparare un infuso antianemico e rimineralizzante, lasciando in infusione15 minuti un cucchiano di riso venere. Aggiungete una goccia di limone e se proprio volete un pochino di malto per dolcificare.

Passiamo alla ricetta delle polpette dopo tante chiacchere?

Polpette riso venere e piselli
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    30 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

Polpette riso venere e piselli

  • 100 g riso venere
  • 100 g pisellini freschi
  • q.b. Olio extravergine d’oliva
  • q.b. Pepe nero
  • q.b. Timo
  • q.b. Maggiorana
  • q.b. Pangrattato
  • q.b. lievito alimentare

Preparazione

Polpette riso venere e piselli

  1. Sciacquate il riso venere e fatelo cuocere per assorbimento. Versatelo in una pentola, unite 200 g di acqua e un pizzico di sale, (o brodo vegetale) chiudete con il coperchio meglio se trasparente così potrete controllare meglio senza continuamente aprire e far uscire il vapore prezioso.

    Portate a cottura il riso controllando l’assorbimento dell’acqua e quando è tutta assorbita, assaggiatelo perchè a volte la cottura dipende dal tipo di riso,  ricordando però che il riso venere resta sempre un pochino al dente. Spegnete e lasciate ancora qualche minuto a riposare. Per la cottura ci vogliono circa 30 minuti.

    Nel frattempo cuocete per 15 minuti i pisellini al vapore, se adoperate il cuociriso, nel cestello apposito appoggiate i pisellini così ve li ritrovate cotti al momento opportuno.

    Scolate i pisellini e passateli al mix con sale, pepe e olio extravergine, timo e maggiorana.

    Quando il riso venere è pronto e scolato bene, mescolatelo con il purè di piselli, assaggiate e regolate di sapore, se l’impasto è troppo morbido unite del lievito alimentare o del pangrattato e con l’aiuto di un cucchiaio preparate le polpettine pressando bene.

    Passate infine le polpette nel pangrattato e saltatele in padella con un goccio d’olio (se le volete più saporite, in cui avrete aggiunto una fogliolina di salvia.

    Che ne dite di portare in tavola le Polpette riso venere e piselli con un pesto di rucola e delle erbette di campo, come nella mia foto?

Note

Se vuoi tornare alla HOME PAGE per cercare nuove idee per i tuoi piatti

Se ti va lascia un commento sull’apposito spazio qui sotto

Articolo e Foto: Copyright © All Rights Reserved Timoelenticchie

Precedente Galette fagiolini e pomodori secchi Successivo Casarecce porro e melanzane mantecate ai cannellini

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.