Crea sito

Fermentini – recensione del libro

fermentini recensione libro 1
Fermentini - recensione del libro

Fermentini – Nuts for life edizioni

Un libro veramente completo sui fermentini, prodotto alimentare che si ricava dalla frutta secca e dai semi oleosi, con la sola aggiunta di acqua e sale.

Un libro completo scritto a tre mani. Michela Pagnani, laureata in scienze degli alimenti, svolge ricerca sullo sviluppo dei nuovi prodotti fermentati per l’azienda Euro Company.
Daniela Cicioni chef architetto, specializzata in cucina naturale alla Sana Gola di Milano. Massima esperta di cucina crudista e vegana.

Riccardo Astolfi ingegnere gestionale, oggi si occupa di ricerca e sviluppo i un’azienda biologica.
Il libro passa in rassegna le fasi di preparazione del fermentino, i problemi che si possono presentare e infine delle ricette spettacolari realizzate da Daniela Cicioni.

Aneddoti personali

Il mio primo fermentino l’ho assaggiato più di due anni fa, a SANA di Bologna. Ne parlo proprio in questo articolo. Ero blogger ufficiale al Sana 2017 assieme alla bravissima Giulia Giunta e avevamo il compito di scegliere il prodotto da premiare al Sana novità. Scegliemmo di getto il Cicioni il fermentino creato da Daniela Cicioni, una novità che ha fatto tanta strada.

Recensione

Non mi sono ancora cimentata nel produrre fermentini ma era da tempo che volevo un libro esaustivo per avvicinarmi a questa tecnica così affascinante.

E l’ho trovato e voglio proprio parlarvi di Fermentini. Un libro che si legge come un romanzo avventuroso. All’inizio Riccardo Astolfi ci racconta la voce del verbo fermentare e la cultura e storia della fermentazione, infine quello che possiamo preparare con la fermentazione.

Lo yogurt, il kefir per esempio, la pasta madre, le verdure fermentate e il kombucha.
Poi si passanoin rassegna le varie fasi di preparazione dei fermentini con Daniela Cicioni:
L’ammollo cioè la reidratazione della frutta secca, la scolatura, l’inoculo frullatura (la fase più delicata), il riposo con la fermentazione, l’essicatura nell’essicatore, e infine la maturazione in frigorifero.

Michela Pagnani ci mette in guardia degli ostacoli che possiamo incontrare, ricordiamo che sono alimenti vivi e perciò sensibili a temperatura, luce, acqua, ambiente ecc. la fase più delicata da studiare a memoria se si vuole intraprendere questa affascinante tecnica.

E poi la parte delle ricette di Daniela, una più superba dell’altra, da lasciare a bocca aperta letteralmente. Daniela Cicioni chef infatti oltre a realizzare ricette meravigliose, tiene corsi di impiattamento, per cui …immediatamente viene la voglia impellente o di partecipare ad un suo corso o provare a mettersi all’opera con questo libro completo.

Conclusioni

Che dire, la mussolina ce l’ho, il passino anche, l’essicatore pure…. devo procurarmi i probiotici giusti e poi …. non vedo l’ora, seguitemi e ne vedrete delle belle. Libro consigliatissimo.
Qualche sguardo qui

Voto

5/5

Video

Citazioni

Agli albori della fermentazione ci sono quindi proprio le due capacità alle quali abbiamo fatto riferimento… conservare e rendere commestibile.

Dove mi trovi

Se vuoi tornare  in  HOME PAGE per altre mie ricette.

nella mia pagina Facebook Timo e lenticchie puoi interagire e pormi qualsiasi domanda. Oppure iscriverti al mio gruppo

Seguimi anche su Instagram, Twitter o Pinterest

Vuoi lasciare un commento?

 

Articolo e Foto: Copyright ©  All Rights Reserved Timo e lenticchie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.