Estratto anguria lime e cetriolo

Estratto anguria lime e cetriolo

D’estate ogni tanto non è male disintossicarsi e rimineralizzarsi scegliendo pe r un giorno un alimentazione solo a base  frutta e verdura cruda. Depuriamo e rinfreschiamo l’organismo  preparandoci solo  estratti o centrifugati.  La frutta più adatta è quella succosa come l’anguria o il melone. Poche calorie e tanti efetti benefici per noi e per il nostro corpo.   Provate l’anguria per esempio  insieme  a cetriolo e sentirete che bontà!

Ricette con coccomero e cetriolo le trovate qui e qui 

 

Estratto anguria lime e cetriolo

 

Estratto anguria lime e cetriolo

Ingredienti:

  • una fetta di anguria fresca
  • 3 cetrioli decerati bio
  • un lime
  • qualche fogliolina di menta

Preparazione:

  1. Tagliate a pezzetti l’anguria, lavate i cetrioli e tagliate anche quelli.
  2. Inserite nella centrifuga od estrattore, unite il succo del lime.
  3. Travasate subito nei bicchieri e decorate con foglioline di menta.

Anguria proprietà e nutraceutica

Frutto dissetante, depurativo e diuretico. Contiene il 90% di acqua. Ricco di licopene un importante antiossidante utile nella lotta contro i radicali liberi. Completamente priva di grassi, il suo potere saziante lo rende ideale per una dieta ipocalorica. Attenzione a non mangiare questo frutto troppo freddo, perchè naturalmente diventerebbe indigesto.

Storia e curiosità dell’anguria

David Livingstone, un’esploratore dell’Africa, riportò che il cocomero cresceva abbondante nel deserto del Kalahari, dove sembra che esso abbia avuto origine. Lì il frutto cresce selvaggio ed è conosciuto come Tsamma (Citrullus lanatus var citroides).La pianta è riconoscibile per le sue foglie particolari e per l’elevato numero di frutti che produce, fino a cento per ogni esemplare. Per questa ragione è una sorgente di acqua abituale per gli abitanti della zona, oltre a fungere da cibo sia per gli uomini che per gli animali.

Non è dato sapere quando il cocomero sia stato coltivato per la prima volta ma il primo raccolto di cocomeri mai registrato avvenne nell’Antico Egitto quasi 5000 anni fa ed è stato documentato in alcuni geroglifici. Il frutto veniva spesso deposto nelle tombe dei Faraoni, come mezzo di sostentamento per l’Aldilà. Nel mito egizio il cocomero aveva origine dal seme del dio Seth.

Nel secolo X d.C. il cocomero era coltivato in Cina, Paese che attualmente ne è il primo produttore mondiale. Nel XIII secolo il frutto venne introdotto in Europa dall’invasione dei Mori  Accademia nazionale dell’anguria

 

anguria proprietà

 

Cetriolo proprietà e nutraceutica

Il cetriolo depurativo e rinfrescante non può mancare d’estate sulla nostra tavola, Contenedo pochissime calorie sono un valido aiuto nelle diete ipocaloriche. Contengono acido tartaric che impedisce ai carboidrati di trasformarsi in grassi. Purificante e disintossicante dell’intestino, ricco di potassio, ferro, calcio, silicio iodio e manganese. icco anche di vitamina A B C

In cosmetica e utilissimo in caso di scottature da sole oltre che per lenire borse e occhiaie e schiarire le macchie della pelle.

Storia e curiosità sul cetriolo 

In cetriolo nasce in Oriente ancora 3000 anni fà e già nel 1500 era conosciuto per le sue proprietà cosmetiche: Iil medico Pietro Mattioli a quel tempo consigliava di usarle il cetriolo  per rendere più bella la pelle. A  quel tempo veniva usato il cetriolo anche per allontanare i vermi intestinali e abbassare la febbre.

Le prime coltivazioni di questo ortaggio, risalgono a 5000 anni fa ed erano situate ai piedi dell’Himalaya. La pianta, appartenente alla famiglia delle Cucurbitacee, fu probabilmente introdotta nel bacino mediterraneo dagli Egiziani, diventando ben presto uno degli ortaggi più graditi sulla tavola dei Faraoni. La Bibbia riporta che gli Ebrei, arrivati nella Terra Promessa, ne fecero il loro pasto preferito.
Il cetriolo si conquistò presso Greci e Romani fama di stimolatore dell’intelligenza e grazie all’altissima percentuale di acqua contenuta, venne apprezzato come dissetante e rinfrescante. L’imperatore Tiberio per degustare tutto l’anno i cetrioli, andò addirittura contro i suoi principi di parsimonioso e rude guerriero, facendosi costruire delle costose serre montate su ruote, perché sembra dicesse: “le preziose piantine possono così essere trasportate al sole di giorno e protette in luogo chiuso di notte”. Taccuini storici

 

cetriolo proprietà

Se vuoi essere sempre aggiornato sulle mie ricette iscriviti alla newsletter.
Seguimi poi in Facebook, in Timo e lenticchie, risponderò personalmente a tutte le  domande, in Instagram oppure seguimi su Twitter o Pinterest

Articolo e Foto: Copyright ©  All Rights Reserved Timoelenticchie

 
Precedente Salsa di noci senza lattosio ricetta vegetale Successivo Fagiolini spaghi di Sant'Anna al pomodoro

Lascia un commento