Crea sito

Challah al miele e crema di pistacchi

Challah al miele e crema di pistacchi per stupire in una giornata di festa.

challah

Avevo già letto di questo pane caro al popolo Ebraico, la Challah, mangiato in occasione dello Shabbat, ma mai mi ero cimentata a farlo. Quando ho visto però che Re – cake di Gennaio (un gioco tra amiche blogger a cui partecipo) proponeva di realizzare la Challah mi sono messa all’opera molto volentieri.

Questa premetto non è la vera challah, ma un pan dolce fatto con gli stessi ingredienti.

Prima però ho cercato notizie in rete su questo pandolce quasi sempre a forma di treccia, e riporto dal blog di Mysegretroom le tradizioni legate alla preparazioni della Challah. Originariamente, e fin quando fu possibile, da questo pane era prelevata la decima (un pezzo d’impasto) che veniva offerta al sacerdote. La tradizione vuole che si prelevi un pezzetto dell’impasto che viene messo da parte, bruciato in forno e non consumato. 
La challah, pane bianco e soffice dal gusto leggermente dolce, è una delle componenti essenziali del pasto del sabato. E’ a forma di treccia, e sulla tavola se ne presentano due, a misura della doppia porzione di manna che Dio elargiva agli israeliti nel deserto alla vigilia del sabato e delle feste. Non va tagliato col coltello ma spezzato, e i commensali devono prenderselo da soli, non va dato in mano. La preparazione di questo pane e il prelevamento dell’offerta dall’ impasto, sono esclusiva incombenza femminile e durante la sua preparazione bisogna avere solo pensieri positivi.

E allora è con pensieri positivi che oggi ho preparato  questo dolce, anzi me ne sono venuti due proprio come vuole la tradizione, uno più grande e uno più piccolo, due  Challot (plurale di Challah)

Pandolce con gli ingredienti di una challah al miele e crema di pistacchi

challah 3

Riporto la ricetta di Re – cake con le mie variazioni tra parentesi

INGREDIENTI:
Per un pandolce simil challah di 24 cm di diametro
  • 500 g di farina ( io ho messo 200 gr. di farina integrale – 200 gr. di farina di tipo 2 e 100 gr. di farina 0)
  • 10 g di sale  (un cucchiaino)
  • 25 g zucchero semolato (ho messo zucchero di canna)
  • 9 g di lievito secco attivo (una bustina da 7 gr,)
  • 1 uovo grande
  • 40 ml di olio vegetale   (olio di riso)
  • 40 g miele (ho messo miele di acacia bio)
  • 60 ml di acqua tiepida  (ho dovuto aggiungere ancora 70 gr. di acqua perchè la farina integrale beve di più)
  • 2 cucchiai di miele diluito con 1 cucchiai di acqua bollente  (ho usato solo per pennellare alla fine un cucchiaio di miele di Manuka perchè più saporito)
ho farcito le roselline con crema di pistacchi, anche se nella tradizione ebraica la challah non andrebbe farcita e neanche tagliata a coltello ma solo spezzata.
challah2
Procedimento della challah al miele e crema di pistacchi:
  1. Setacciare la farina nella ciotola, aggiungere il sale e mescolare bene. Aggiungere il lievito e mescolare ancora fino a quando sarà completamente incorporato. Aggiungere lo zucchero, l’uovo, l’olio e il miele e impastare.
  2. Aggiungere gradualmente l’acqua fino a quando l’impasto è morbido.
  3. Ungere una ciotola con un po’ olio, formare una palla con l’impasto, ungere leggermente anche l’impasto, coprire con pellicola e lasciare lievitare fino al raddoppio, circa un’ora a un’ora e mezza.
  4. Rivestire una teglia con carta da forno e ungere i lati.
  5. Mettere al centro della teglia un coppa pasta di 5 cm di diametro.
  6. Dividere l’impasto in 2 parti uguali e stendere ogni parte fino a quando non si raggiunge uno spessore di mezzo cm (o anche meno).
  7. Con un coppa pasta, ricavare dei cerchi di 6 cerchi.
  8. Per fare le rose: utilizzare quattro cerchi di 12 cm e metterli in fila, uno sopra l’altro, affinché ogni cerchio si sovrapponga a quello sotto di esso, a partire dal cerchio in basso, stendere la pasta in un cilindro. Per stringere il cilindro, rotolare delicatamente sulla superficie di lavoro.
  9. Usando un coltello affilato, tagliare il rotolo a metà. Posizionare ogni pezzo, con il lato piatto verso il basso nella teglia, lasciando circa 2-3 cm tra loro.
  10. Ripetere i passaggi precedenti per fare abbastanza Rose per riempire la teglia.

 

Coprire e lasciare lievitare per 30-40 minuti. Nel frattempo, scaldare il forno a 180 °C. Cuocere la challah in forno per 25 minuti fino alla doratura.
Durante la cottura, preparare la glassa: mescolare il miele con l’acqua bollente. Quando la challah è cotta spennellarla con la glassa di miele.
Lasciare la challah a raffreddare un po’ e poi toglierla dalla teglia usando un coltello affilato.
Lasciare raffreddare completamente su una gratella.

È meglio gustate la Challah al miele e crema di pistacchi  lo stesso giorno in cui si fa, tuttavia, può essere preparata prima, avvolta nella pellicola e congelata per un mese.

challah alto

 

Osservazioni: Come dicevo, adoperando solo farine integrali, a me sono occorsi 130 gr. di acqua anzichè 60 come da ricetta. Ho impastato la sera e lasciato lievitare tutta la notte in forno spento. Il mattino ho tirato la pasta e fatto le roselline, mi è venuta una challah da 24 cm. e una piccola da 14 cm. La challah grande l’ho farcita con crema di pistacchio, mentre la piccola no. Penso siano buonissime anche con le spezie, o al cioccolato, anche spolverate di semini di papavero o sesamo. Come sapore è un soffice pan brioche o ancor meglio assomiglia molto alla torta di rose.

La tradizionale ricetta dello challah contiene uova e miele, sono riuscita a trovare una ricetta vegana che proverò al più presto:

Ingredienti:
g 500 farina 00
1/2 cubetto di lievito
1 cucchiaio di sale
1/2 cucchiaio di zucchero
1 tazzina di olio extra vergine di oliva+olio per spennellare
due manciate di semi di sesamo

Impastate la farina con il lievito, il sale e lo zucchero unendo l’olio e tanta acqua quanto basta e lavorate l’impasto fino a formare una palla che lascerete lievitare almeno 5 ore, rimodellandola di tanto in tanto.
A lievitazione ultimata dividete l’impasto in due parti. Ogni parte la ridividerete in tre, formando tre strisce, da cui lavorerete una treccia.
Fate lo stesso con l’altra parte di impasto. A trecce ultimate, spennellatele con olio e spolverate con abbondanti semini di sesamo.
Infornrate a 170° per 25 minuti circa fino a che il pane non diventa bello dorato.

manuka

Con la mia Challah al miele partecipo a Re Cake di Gennaio

recake2.0 _1a

Vi è piaciuta la challah al miele e crema di pistacchi? Venitemi a trovare allora anche su Facebook, in Timo e lenticchie, risponderò personalmente a tutte le vostre domande, oppure seguitemi su Twitter e Pinterest!

4 Risposte a “Challah al miele e crema di pistacchi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.