Crea sito

Marmellata di prugne

Autunno tempo di prugne e susine, quanto son buone e quanto fan bene, allora facciamo la marmellata di prugne. Le prugne  sono conosciute soprattutto per combattere la stitichezza, e molti non sanno invece quanto fanno bene per migliorare la mineralizzazione ossea.

 

marm vert. 4

Le prugne fresche sono molto indicate anche nelle diete perchè contengono pochi zuccheri. A noi in famiglia piacciono belle sode, ma avendone trovate dall’ortolano del bio un chilo di mature, ho deciso di fare una bella marmellata.

Ricordiamoci di sterilizzare sempre bene i vasetti. Un barattolo sterilizzato è indispensabile per conservare al meglio la vostra marmellata. È molto importante sterilizzare i barattoli per rimuovere batteri e funghi che potrebbero compromettere la qualità della vostra confettura. Ricordate solo di non versare mai del cibo freddo in barattoli caldi, altrimenti andranno in frantumi.

Marmellata di prugne

Per 3 vasetti da 330 gr.

Ingredienti:

  • 1 kg. di prugne mature  bio
  • 300 gr. di zucchero di canna bio
  • il succo di un limone bio
  • 1 mela bio

 

Preparazione:

  1. Lavare, pelare e togliere l’osso allle prugne.
  2. Tagliarle a pezzi piccolini assieme alla mela  e metterle in una casseruola con lo zucchero e  il succo di limone
  3. Portate dolcemente a bollore e mescolando fate cuocere circa 30 minuti.
  4. Travasate immediatamente nei vasetti sterilizzati, chiudete bene, capovolgete fino a raffreddamento.
  5. Controllare che siano andati sottovuoto, altrimenti sterilizzateli nuovamente posizionandoli sempre a testa in giù in una pentola piena d’acqua dopo averli avvolti in un canovaccio.

marmellata ver 3

Preparazione Bimby della Marmellata di prugne

  1. Lavate, pelare e disossare tutte le prugne.
  2. Tagliatele a pezzi con la mela e mettetee nel boccale assieme allo zucchero e al  succo di limone 10 sec a vel. 5 per poi cuocerle 30 min. a varoma vel 1 posizionando il cestello rovesciato sopra al foro senza misurino per evitare gli schizzi.
  3. Controllare la densità della marmellata e travasate immediatamente nei vasetti sterilizzati, chiudete bene, capovolgete fino a raffreddamento.
  4. Controllare che siano andati sottovuoto, cioè che il tappo sia rientrato, altrimenti sterilizzateli nuovamente posizionandoli sempre a testa in giù in una pentola piena d’acqua dopo averli avvolti in un canovaccio.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.