Crea sito

Insalata basmati e melone

Già mi piace il riso alla massima potenza, ma d’estate sono insalata di riso dipendente, e questa Insalata basmati e melone ne è la prova.
Non la classica insalata di riso, ma preferisco sbizzarrirmi mescolando assieme ingredienti diversi.
In questo caso, con il riso basmati ho mescolato del melone, delle foglioline di menta, del tofu affumicato e pomodorini.

insalata basmati e meloneConosciamo il melone?

I meloni appartengono alla stessa famiglia dei cetrioli e delle zucche gialle, con la differenza che essi vengono consumati come frutti, al massimo della maturazione, per via della loro dolcezza. Non contiene grassi saturi e assicura uno scarso apporto calorico, pari a circa 60 calorie per una porzione media. Per quanto riguarda i sali minerali, nel melone troviamo ferro, calcio e fosforo. Le vitamine presenti nel melone sonovitamina C, vitamina A e vitamina B. Il melone contiene inoltre un agente anticoagulante, che permette di prevenire la formazione di grumi nel sangue, che possono causare infarto o ictus.(fonte greenme)

Insalata basmati e melone

 

 

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 gr. di riso basmati
  • un bel panetto di tofu affumicato
  • pomodorini bio a volontà 😉
  • 1 piccolo melone bio
  • foglioline di menta ed erba cedrina
  • sale pepe olio extra vergine q.b
  • semi di girasole
  • uno o più  cucchiai di succo di limone

Preparazione:

  1. Sciacquiare il riso basmati sotto l’acqua corrente
  2. Cuocere il riso per assorbimento 1/1 come QUI
  3. Tagliare a quadrettini il tofu affumicato e il melone
  4. Tritare le erbe.
  5. Quando il riso è cotto, sgranarlo bene e raffreddarlo su un canovaccio inodore.
  6. Riunire tutto in una terrina, riso, melone, tofu, erbette, semi, pomodorini, regolare di sale, abbondante pepe, un filo d’olio  e per ultimo il limone a discrezione.

Mi sono abituata ad aggiungere il succo di limone nelle insalate di cereali, dopo che ho sentito Marco Bianchi che ribadiva e consigliava di mettere sempre il limone perchè favorisce l’assorbimento del ferro contenuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.