Pudding al tè matcha e fragole

L’altro giorno si parlava di tè matcha così è uscito questo pudding al tè matcha e fragole con chia.

E’ un’ottima colazione energizzante e gustosa, sempre se piace il sapore intenso del tè matcha. Quasi un overnight porridge arricchito con frutta.

L’altro giorno una mia carissima lettrice raccontava che si prepara un bel barattolo dove mescola chia, fiocchi, latte vegetale, semi di lino macinati, semi di canapa, mandorle, datteri, cardamomo e vaniglia matcha con acqua a parte. In frigo e le bastava per quattro colazioni.

Io non avevo in casa tutti i prodotti, poi a volte non mi fido di lasciare in frigorifero miscugli per più di due giorni, per cui ho preferito preparare una porzione giornaliera e semplice.

tè matcha

Il tè matcha arriva dalla provincia cinese dello Yunan. All’inizio cuocevano il tè verde a vapore e lo essiccavano facendone nei panetti.

Poi i monaci zen cinesi cominciarono a macinare i mattoncini finchè si ricavava la polvere che mescolavano in acqua bollente e bevevano così il loro tè.

I monaci giapponesi che arrivarono in Cina nel XII secolo per studiare la meditazione zen scoprirono il tè verde in polvere. Si accorsero che era utile per la meditazione perchè manteneva la mente lucida lo spirito tranquillo e non aveva effetti negativi sul sistema nervoso. Così si portarono in Giappone i semi del matcha e lo coltivarono.

Questa sostanza così preziosa che aiutò i primi monaci era la L-teanina che da proprio una tranquilla energia. In Giappone per aumentarla nel matcha si usa la tecnica dell’ombreggiatura delle piante. Per tre settimane da Aprile vengono infatti coperte così che le foglie non effettuino la fotosintesi, donando al matcha un sapore particolare. Le foglie poi andando in cerca di luce si allungano e rimangono così di un verde molto brillante.

In Maggio avviene la raccolta manualmente, (con 30 kg di foglie si ottengono solo 5 kg di tè).

Poi si vaporizzano le foglie per 20 secondo a temperature molto alte, così si blocca l’ossidazione e le proprietà della clorofilla restano intatte.

Ecco qui la differenza tra tè giapponese che viene vaporizzato e il tè cinese che viene invece tostato.

Poi si procede con lìessicazione e alla fine le macine molto lentamente, al fresco e al buio producono questa finissima polvere: il tè matcha.

Capiamo così perchè un buon matcha costa così tanto! Vedi l’articolo come usarlo in altre ricette.

Guarda anche le altre ricette con il tè matcha: Smoothie banana matchatartufini al tè matchapandolce al tè matcha.

Torniamo a noi e al nostro Pudding al tè matcha e fragole.

Per qualsiasi informazione non esitare a contattarmi nella mia pagina Facebook Timo e lenticchie puoi interagire e pormi qualsiasi domanda. Oppure iscriverti al mio gruppo.

Seguimi anche su InstagramTwitter o Pinterest o Youtube o iscriverti al canale Telegram

Pudding al tè matcha e fragole
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di riposo12 Ore
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàPrimavera, Estate

Ingredienti

per 1 bicchiere

Cosa ti serve per il Pudding al tè matcha e fragole

2 cucchiai semi di chia
3 cucchiai fiocchi di avena
100 g latte vegetale (senza zuccheri)
3 cucchiai yogurt di soia
5 fragole
3 datteri
1 cucchiaio cocco essiccato
1/2 cucchiaino tè matcha

Strumenti

Passaggi

Come preparare il tuo Pudding al tè matcha e fragole

Mescola il tè matcha in un goccio di acqua calda e sciogli.

Nel bicchiere versa fiocchi, chia, latte, matcha, mescola bene. Versa anche lo yogurt, i datteri, il cocco.

Copri, metti in frigorifero. Il mattino aggiungi le tue fragole e gusta il tuo Pudding al tè matcha e fragole

Pudding al tè matcha e fragole

I consigli di timo e lenticchie

Puoi aggiungere altri semi come quelli di lino tritati, variare la frutta secca e fresca. Raddoppia le dosi se lo vuoi preparare per due mattine.

Se vuoi tornare  in  HOME PAGE per altre idee tra le mie ricette.
Se vuoi essere sempre aggiornato sulle mie ricette iscriviti alla newsletter.

Mi farebbe molto piacere se volessi lasciare un commento su che ne pensi di questa ricetta, trovi lo spazio in fondo all’articolo.
Articolo e Foto: Copyright ©  All Rights Reserved Timoelenticchie di Daniela Boscariolo

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.