Crea sito

Clafoutis vegano alle pesche senza glutine

Clafoutis vegano alle pesche senza glutine, un dolce semplicissimo versatile e senza zucchero.
Di pomposo ha solo il nome ma è uno dei dolci più veloci e buoni che esistano.
Parlo del clafoutis che di prepara in mezz’ora. La mia versione è dolce poco dolce, con pesche, prugne, malto e succo di mela.


foto Clafoutis vegano alle pesche

Con farina di grano saraceno, senza glutine, leggero e goloso.
Il clafoutis è un dolce di origine francese della zona di Limousin.
Molto veloce da realizzare, la tradizione francese lo indica con le ciliege, ma a seconda della stagione viene ora preparato con tanta altra frutta. Il suo nome deriva dal dialetto, ” clafir ” che significa guarnire, riempire. Secondo la tradizione il clafoutis veniva preparato con ciliege selvatiche intere, dal nocciolo profumatissimo ed era il pasto dei contadini che lo portavano con sè, nelle giornate di lavoro, mentre tagliavano e raccoglievano il fieno.

Se cerchi dei clafoutis tradizionali (non veg) prova a vedere i mini clafoutis alle mele o il clafoutis all’ananas o ancora il clafoutis pere e cioccolato.

Per qualsiasi informazione non esitare a contattarmi nella mia pagina Facebook Timo e lenticchie puoi interagire e pormi qualsiasi domanda. Oppure iscriverti al mio gruppo.
Seguimi anche su Instagram, Twitter o Pinterest o Youtube o iscriverti al canale Telegram

Clafoutis vegano alle pesche
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti Clafoutis vegano alle pesche

Puoi usare solo pesche se non hai le prugne, mettine 5 anzichè 4. Se vuoi prima di servire puoi spolverare di mandorle tritate.
  • 4pesche gialle
  • 4prugne fresche
  • 3 cucchiaimalto di riso senza glutine
  • 100 gfarina di grano saraceno
  • 180 gsucco di mela
  • 1 cucchiainolievito per dolci
  • 3 cucchiaiolio extravergine d’oliva (delicato)
  • 1 pizzicosale marino integrale
  • 1 cucchiainozest di limone

Strumenti

  • Tagliere
  • Coltello
  • Ciotola
  • Leccapentole
  • Tortiera
  • Carta forno

Preparazione Clafoutis vegano alle pesche

Io ho usato una tortiera di 22 e come vedi il dolce non viene altissimo anche perchè essendo molto morbido non resta proprio bene in forma. Puoi optare per mini tortiere in ceramica e presentarlo così.
  1. Clafoutis vegano alle pesche

    Lava e pela le pesche e tagliale a fettine con le prugne.

    In ciotola mescola la frutta con un cucchiaio di malto. Versa in una tortiera da 20/22 cm rivestita con carta forno. Emulsiona il succo di mela con il malto e l’olio, mescola la farina con il lievito, il sale e la buccia di limone.

    Versa tutto sulla frutta nella tortiera e inforna 30 minuti a 180 gradi ventilato. Lascia raffreddare bene e capovolgi su piatto da portata.

Come conservare il clafoutis vegano alle pesche

Il dolce è preparato con frutta fresca per cui si conserva unicamente in frigorifero per un massimo di due giorni.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

2 Risposte a “Clafoutis vegano alle pesche senza glutine”

  1. Ciao Daniela, il succo di mela è quello confezionato Senza zucchero aggiunto?
    E poi con cosa potrei sostituire il malto che non ho mai avuto in casa?
    Grazie

    1. Si un succo di mela bio dove ci sia solo succo di mela. Se la frutta è bella dolce puoi anche non mettere il dolce, oppure un pochino di miele se non sei veg, oppure di acero, agave, zucchero integrale… io la prossima volta voglio farla proprio senza dolce…. un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.