Crea sito

Pane in pentola senza impasto

Pane in pentola senza impasto

Fuori il sole splende e anche oggi il mio primo pensiero è volato in Lombardia e alle persone che hanno perso i loro cari in questi giorni.

Il sole splende e dopo la pioggia esce sempre il sole, sempre e con il mio pensiero positivo, metto la musica di Emiliano Toso e impasto.

Si, sono convinta che la musica a 432 hz sia benefica non solo per me ma anche per il mio pane.
Impastare mi fa stare bene, versare la farina, mescolare, aggiungere piano l’acqua e poi vedere l’impasto che lievita.
Sbirciare e constatare l’elasticità mette allegria e serenità. Ci vuole.
Volevo provare a fare il pane in pentola, quello senza impasto a lunga lievitazione, ho guardato qualche ricetta ma erano sempre con la manitoba. Ho voluto provare con la farina 1.

Il risultato è naturalmente un pochino più basso ma la crocantezza c’è. Per cui se volete provare con l’integrale sicuramente conviene prima innescare un autolisi così da dare forza all’impasto.

Pane in pentola senza impasto

Pane in pentola senza impasto
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di riposo1 Giorno
  • Tempo di cottura50 Minuti
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti Pane in pentola senza impasto

  • 400 gfarina di tipo 1
  • 2 gLievito di birra secco
  • 1 cucchiainoMalto di riso
  • 1 cucchiainoSale marino integrale
  • 300 gAcqua

Preparazione Pane in pentola senza impasto

  1. Pane in pentola senza impasto 2

    In una ciotola mescola con una forchetta la farina con il lievito, il malto o zucchero e aggiungi acqua a filo per farla assorbire.

    Aggiungi alla fine il sale, continua a mescolare fino ad avere un impasto molto borbido e appiccicoso. Non occorre impastare ma solo mescolare.Copri la ciotola con la pellicola e lascia riposare 20 minuti.

    Riprendi l’impasto e mescola intorno per staccarlo dalla ciotola. Chiudi di nuovo e metti in frigorifero l’impasto per 16/24 ore.

  2. Riprendi l’impasto, infarina bene la spianatoia e versalo, facendo attenzione che èmolto appiccicoso. Allargalo delicatamente fino ad avere un bel rettangolo e fai le pieghe a 3.

    Cioè prendi il lato dietro e lo pieghi in avanti e poi il lato davanti lo pieghi sopra.

    Fai la stessa cosa ora da sinistra a destra fino ad avere un cubetto. Mi sono dimenticata di fare le foto, oggi lo rifaccio e poi le aggiungo.

  3. Ora prendi una ciotola, mettici allargato un canovaccio che infarinerai bene bene. Appoggia l’impasto, infarina anche sopra e chiudi il canovaccio.

  4. Metti a lievitare a temperatura ambiente per un paio d’ore finchè vedi che è bello cicciotto e raddoppiato di volume.

    Nel frattempo accendi il forno a 250 gradi, infila una pentola con il coperchio di diametro 20 circa e lasciala scaldare bene.

  5. Quando il forno è a temperatura, tira fuori la pentola senza scottarti e delicatamente capovolgi l’impasto dentro.

  6. Metti il coperchio alla pentola e inforna a 250 per 30 minuti. Togli il coperchio e abbassa il forno a 220 gradi e lasciaci il pane per altri 15 o 20 minuti. Sforna e lascia raffreddare.

Consigli

Questo è un pane ad alta idratazione e restando un impasto morbido non diventa altissimo ma comunque con una crosticina bella croccante e tante bolle.

Potete unire semi nell’impasto. Ricordate che quando è raffreddato è meglio riporlo in un sacchetto di carta. Si mantiene per qualche giorno.

Dove mi trovi

Se vuoi tornare  in  HOME PAGE per altre mie ricette.

nella mia pagina Facebook Timo e lenticchie puoi interagire e pormi qualsiasi domanda. Oppure iscriverti al mio gruppo

Seguimi anche su Instagram, Twitter o Pinterest

Vuoi lasciare un commento?

 

Articolo e Foto: Copyright ©  All Rights Reserved Timo e lenticchie

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.