Biscotti fiocchi e mele

I miei esperimenti con i biscotti semplici continuano con questi biscotti fiocchi e mele.

Quando chi passa in cucina, prende un biscottino e dice, “però che buoni” allora vale la pena condividerli.

Sono biscotti che si preparano velocemente anche se magari qualche ingrediente è un pochino particolare. Avevo voglia però di provare la crema di mandorle scura della Probios, non solo spalmata sul pane.

Mi avevano regalato poi la preziosa farina di quinoa così proteica che la vedevo bene in un biscotto da colazione unita ai fiocchi d’avena che uso spesso nei biscotti.

Malto di riso è il dolcificante che ultimamente uso se proprio non riesco a dolcificare con succo di mela e frutta secca.

I malti non sono prodotti raffinati e contengono tutte le proprietà del cereale. Il malto è energetico e nutriente adatto agli sportivi, sempre da usare comunque con parsimonia.

Ogni malto ha il suo aroma unico  perciò sarebbe opportuno provare i vari tipi  di malto magari sciolti nel thè e decidere quale piace di più. Il malto d’orzo per esempio ha un sapore leggermente più acido rispetto a quello di riso.

Facciamo attenzione poi che anche il malto di riso contiene glutine e perciò non sono adatti ai celiaci se non specificato in etichetta.

Sostituzione ingredienti nelle note a fondo pagina

Biscotti fiocchi e mele

 

 

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti minuti
  • Cottura:
    30 minuti
  • Porzioni:
    20 biscotti
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • 100 g Farina di quinoa italiana
  • 60 g fiocchi d’avena
  • 1 cucchiaino lievito cremor tartaro
  • 1 pizzico Sale
  • 50 g Malto di riso
  • 3 cucchiai burro di cocco
  • 125 g Yogurt di soia
  • 1 mela

Preparazione

  1. Mescolate assieme la farina di quinoa con i fiocchi di avena, il lievito, il sale.

    Scaldate un attimo il malto per scioglierlo, unite il burro di cocco e la crema di mandorle e lo yogurt di soia.

    Versate tutto sugli ingredienti secchi e mescolate bene. Lavate, pelate, grattate la mela e unite anche quella.  Dovreste avere a questo punto un impasto malleabile tanto da poter fare delle palline grandi come noci che appoggerete su una leccarda da forno rivestita da carta forno.

    Date una schiacciatina veloce e passateli in forno ventilato 15 minuti a 180 grandi fino a doratura.

    Si conservano qualche giorno non di più perchè contengono frutta fresca.

consigli e sostituzioni

Se non trovate la farina di quinoa potete sostituirla con una farina di tipo 2 oppure una farina di grano saraceno.

Il burro di cocco può essere sostituito con olio di girasole, di riso, di vinacciolo oppure un burro di soia facendo attenzione a cosa contiene.

La crema di mandorle potete sostituirla anche con la crema gianduia (naturalmente meglio se autoprodotta) ma allora non mettete il malto

Il malto può essere sostituito con un pochino di sciroppo d’agave (ma fate attenzione che è fruttosio puro) piuttosto metteteci dell’uvetta tritata

 

Se vi piacciono le mie ricette e il mio modo di fare cucina, è un cambiamento e una consapevolezza alimentare cresciuta nel’arco di dieci anni seguendo i consigli del Dottor Franco Berrino.

Per questo se siete interessati vi lascio una lista di libri che mi hanno resa consapevole e cambiato la vita. Li trovate alla pagina Le mie letture

Se vuoi tornare alla HOME PAGE per cercare nuove idee per i tuoi piatti

Se ti va lascia un commento sull’apposito spazio qui sotto

Articolo e Foto: Copyright © All Rights Reserved Timoelenticchie

Precedente Lasagne di crepes ai porcini e robiola Successivo Gnocchi di zucca semplici e perfetti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.