Crea sito

Piatti tipici tradizionali della campagna veneta: menafanti.

Tra i primi piatti della cucina veneta tradizionalmente consumati troviamo i “malafanti”, tipici della campagna veneta

Ne esistono più versioni e le tante varianti dipendono dal fatto che anche questo è un piatto di recupero e per il brodo si usavano generalmente sterno, testa, zampe, orecchie e coda: tutto ciò che non veniva diversamente consumato.

L’ultimo servigio del maiale.

La cucina veneta si basa su sapori delicati ma molto vari, che trovano le loro radici nella storia e nella conformazione geografica della regione.

La cucina veneta ha una particolarità: a differenza di quello che succede con alcuni piatti di altre regioni, come l’Emilia Romagna e la Campania, (dove piadina e pizza sono esportate e famose in tutto il mondo, seppur con risultati non sempre assimilabili all’originale), la gastronomia del Veneto si può gustare solo in loco. Questo garantisce un’unicità genuinità straordinarie.

La Ricetta.

Tutti questi elementi, autoctoni e d’importazione, svelano i motivi della varietà e del gusto di tutta la gastronomia del Veneto, forte di un sapore tradizionale che mai eccede nel dolce e nel salato.

Leggi anche:  Ricettario Genovese: parlando di pesto viene in mente subito la Liguria.

Vuoi conoscere la ricetta per preparare deliziosi menafanti?.

Puoi trovarla su Cucinando con Susana.

Ingredienti.

ingredients-green-metallic24x24per 4 persone

Brodo di ossa di maiale
Farina gialla
Resti di carne
Parmigiano
Aromi (carota, sedano, cipolla, aglio)
Pepe

Preparazione.

cottura-green-metallic-24x24  30-40’

Cottura.

cottura-green-metallic-24x24  15’

  • Si prepara una polenta tenera, partendo da un grasso brodo di ossa, preferibilmente di maiale, in cui siano ridotti a purea grossolana gli eventuali aromi (carota, sedano, cipolla, aglio) e ridotti in pezzettini minuti gli eventuali resti di carne, o cartilagine o grasso. Pepe e parmigiano.
  • Si serve nella scodella..

 

 

Trovato questo articolo interessante? Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook, Linkedin, Instagram, Facebook o Pinterest. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie! CONDIVIDI SU!

I miei preferiti su Pinterest

I miei preferiti su Instagram


Ti potrebbero anche interessare altre ricette simili

Leggi anche:  Frittelle di fiori di zucca, un classico napoletano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.