Crea sito

Come usare la curcuma in cucina: proprietá e consigli preziosi per prepararla.

Amata dagli chef e dai medici, la curcuma è una spezia ricavata da una pianta erbacea affine allo zenzero originaria dell’Asia, ma ormai diffusa in tutti i Paesi a clima tropicale. Per questo se ne ritrova traccia anche nella cucina nordafricana e orientale.

La curcuma, nota anche come zafferano delle Indie o zenzero giallo, viene ottenuta dalla riduzione in polvere della radice. È l’ingrediente fondamentale del curry e dà a questo mix di spezie il tipico colore giallo. Consumata pura, ha un lievissimo aroma di terra mischiato a un profumo intenso, che si stempera in cottura.

Si tratta di un ingrediente versatile, adatto per i piatti di carne, pesce, verdura, ma anche per preparare paste fresche e secche, biscotti e mix a base di yogurt. Scopri tutte le proprietà e gli utilizzi in cucina della curcuma.

Proprietà
È necessario fare una premessa. Come tutte le spezie, la curcuma non va fatta cuocere troppo. I tempi prolungati di esposizione al calore causano la dispersione dei principi nutritivi. Inoltre, non va consumata da sola, ma sempre associata ad un po’ di pepe, che ne favorisce l’assorbimento da parte dell’organismo.

La curcuma è nota da millenni alla medicina ayurvedica per le sue molteplici qualità. Negli ultimi anni la scienza medica si è appassionata a questa polvere gialla, scoprendo numerosi benefici per l’organismo umano.

Leggi anche:  Dolce per il pranzo di Pasqua: pastiera al Grand Marnier con gocce di cioccolato fondente.

La curcuma contiene due sostanze benefiche. La prima è la curcumina, definita scientificamente una sostanza con effetti neuro-protettivi e indicata come sostanza in grado di alleviare i sintomi delle patologie neurodegenerative e in particolare l’Alzheimer. Nelle zone dove l’uso della curcuma è consolidato da millenni, questa malattia è quasi inesistente.

La seconda è il turmerone aromatico. Su questo ultimo alcuni esperimenti hanno dimostrato che a concentrazioni opportune stimola la proliferazione delle cellule staminali neuronali fino all’80% accelerandone il differenziamento.

In uno studio pubblicato nel 2012 sull’American Journal of Cardiology si afferma che la curcumina – principio attivo della curcuma – abbia notevoli benefici a livello cardiologico.

I pazienti sottoposti a un intervento di bypass che hanno assunto pillole di curcumina negli otto giorni a ridosso dell’operazione, presentavano rischi di infarto post-operatorio più bassi del 65% rispetto ad altri pazienti. In questo caso la curcuma aveva svolto una funzione antinfiammatoria.

In uno studio pubblicato nel 2012 su Diabetes Care, si evidenziavano i benefici di capsule di curcumina nel ritardare l’insorgenza del diabete di tipo 2.

In uno studio condotto sugli animali e pubblicato nel 2009 sul Journal of the American Association of Pharmaceutical Scientists si afferma che “la curcumina può uccidere una vasta varietà di cellule tumorali in diversi modi”. La capacità di questa sostanza di eliminare le cellule tumorali, salvando quelle buone, ha messo la curcumina al centro delle ricerche scientifiche.

Leggi anche:  Tortillas con insalatina mista e salsa piccante, piatto tipico della cucina messicana.

Inoltre, la curcuma vanta riconosciute proprietà antiossidanti, antibatteriche, analgesiche, cicatrizzanti, antimicrobiche, epatoprotettive, cardioprotettitve e antiartriche. È capace di alleviare le infiammazioni e aumentare le difese immunitarie, migliora la digestione e allevia anche problemi respiratori.

Ecco la procedura per prepararla.

✓ Individua la pianta di curcuma, ce l’abbiamo nel cortile, (ma puoi anche acquistare la radice nei negozi).

✓ Scava la radice del cespuglio.

✓ Separare la radice dal suo gambo. Non scartare la pianta, dopo questo processo puoi seminarla di nuovo e nuove radici cresceranno.
✓ Useremo questa radice.
✓ Lavare molto bene.
✓ Tagliare a fette il più sottili possibile, assicurarsi di indossare i guanti durante questa procedura.
✓ Mettere al sole per diversi giorni fino a quando non si asciuga.
Passa attraverso un mulino per ottenere questa polvere gialla fine.

Il suo utilizzo è molto vario, alcuni lo usano come infusione, lo uso per colorare naturalmente i miei preparati, è anche un alimento con grandi proprietà medicinali, si dice che serva a migliorare il nostro sistema immunitario, tra gli altri benefici.

Qui ti mostro un risotto con la curcuma, vai avanti e coltivalo, fa molto bene alla nostra salute.

Leggi anche:  Tutte le migliori ricette e i menu di Natale 2016 (4a parte).

Trovato questo articolo interessante? Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook, Linkedin, Instagram, Facebook o Pinterest. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie! CONDIVIDI SU!

I miei preferiti su Pinterest

I miei preferiti su Instagram


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.