Crea sito

Arancini siciliani

Sanno soprattutto di estate, e di sole splendente. E se li mangiate d’inverno, vi aiuteranno a superare la nostalgia delle belle stagioni, portandovi il sole dentro. Arancine, come si dice in Sicilia, come le tante arance della bella terra.

arancine-siciliane
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione50 Minuti
  • Tempo di cottura50 Minuti
  • Porzioni4
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 250 griso
  • 1 gcipolla
  • 50 gburro
  • 1 bustinazafferano
  • 1/2 bicchierevino bianco
  • 1albume
  • q.b.pane grattugiato
  • 1carota
  • 1 ramettosedano
  • 1 confezionepassata di pomodoro
  • 40 clolio di arachide
  • 20 clolio di oliva
  • 150piselli
  • q.b.sale

Preparazione

  1. arancina-siciliana

    Preparate un brodo a partire da una cipolla, una carota e una costa di sedano, fate bollire in una pentola i vegetali immersi nella pentola di acqua per una ventina di minuti. Servirà per la preparazione del riso.

  2. arancine-siciliane

    Così in un’altra pentola fate soffriggere della cipolla , privata della buccia e tagliata accuratamente in piccoli pezzi. Quando la cipolla avrà assunto un colorito biondo, sottraetela dalla pentola, aggiungere il riso e fate tostare. Versate la quantità di vino e fate sfumare. A questo punto versate un mestolo di brodo, di quello che avete preparato, e continuate ogni qualvolta lo richieda il riso nel corso della cottura.

  3. arancine-siciliane

    Per il ragù procedete con il versare qualche cucchiaio di olio di oliva, a cui, dopo averlo fatto scaldare sul fuoco, unirete la cipolla sminuzzata. Fate soffriggere lentamente, poi aggiungete la carne macinata, alzate leggermente la fiamma per far rosolare,e poi verste un poco di vino bianco da lasciar evaporare per bene. Incorporate la passata di pomodoro, e dopo una ventina di minuti anche i piselli.

  4. arancine-siciliane

    Cominciate ad allineare sul piano di lavoro i piatti dove andranno a formarsi le arancine: il piatto del riso, il piatto del ragù, un piatto fondo con l’albume sbattuto, il piatto per il pane grattugiato ed infine il piatto in cui verranno deposte le arancine appena nate.

    Infatti formerete le arancine appoggiando una certa quantità di riso sul palmo della mano, su cui metterete una piccola quantità di ragù con i piselli, per poi continuare con la medesima quantità di riso a copertura, con attenzione a non lasciare spazi vuoti. Tappate eventuali buchi con piccole quantità di riso schiacciando con delicatezza. Passare la palla così formata nel bianco sbattuto ed infine nel pane grattugiato. Infine cercate di modellare l’arancina con una forma oblunga, che ricordi leggermente una pera tozza. E’ importante che non sia propria tonda, per facilitare la frittura, evitando anche di dover utilizzare l’intera bottiglia di olio

  5. arancine-siciliane

    L’olio di arachidi in quantità dovrà essere sufficiente per coprire metà arancine. Fate cuocere su tutte le parti fino a quando la superficie sarà diventa color ambra. Utilizzate una schiumarola per estrarle e appoggiatele in una ciotola con del materiale assorbente, carta assorbente o tovaglioli di carta

  6. arancine-siciliane

    Servite quando sono ancora calde. Buon Appetito!