Crea sito

Impasto semplice con licoli (per pizza in teglia e focacce)

Per due giorni di fila ho preparato questo impasto semplice lievitato con il licoli, il mio licoli di cui vado stra-super-orgogliosa 😀

È un impasto che non richiede pieghe né sosta in frigo, che mi è riuscito tanto soffice al primo utilizzo, quando l’ho usato per fare la pizza in teglia, che subito ho voluto riprovarlo il giorno dopo.
E la bella (sì, proprio bella!!) focaccia decorata che ho fatto con questo impasto semplice semplice ha mantenuto le aspettative: sofficissima!

Eh lo so, che adesso vi ho messo addosso il dubbio! Cosa provare per prima? la pizza o la focaccia? 😀

Nessun problema dai, mentre l’impasto lievita avete qualche ora di tempo per pensarci! Per ora la cosa da fare subito è…

…leggere la ricetta! 😀

e subito dopo controllare la dispensa: avete tutto? Bene! allora possiamo partire!

impasto semplice con licoli per pizza in teglia e focacce
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo8 Ore
  • Porzioni8 pezzi
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 300 gFarina 0
  • 300 gSemola di grano duro rimacinata
  • 150 gLievito madre liquido (Licoli)
  • 125 gKefir di latte (o yogurt naturale)
  • 250 gAcqua
  • 1 cucchiaioOlio extravergine d’oliva (per la bagna)
  • 2 cucchiaiAcqua (per la bagna)

Preparazione

  1. Versare nella ciotola della planetaria (oppure in una ciotola capiente, se preferite impastare a mano) il licoli, l’acqua, il kefir (o, in mancanza del kefir, lo yogurt naturale), la farina e la semola.

    Poiché ogni farina ha un diverso assorbimento, può essere utile non versare tutta l’acqua ma iniziare con 200-220 grammi, per poi aggiungere l’acqua rimanente poco alla volta durante l’impastamento.

    Se il licoli necessita di un rinfresco, per ottenere i 150 grammi necessari per la ricetta prelevarne 50 grammi e rinfrescarlo con 50 grammi di acqua e 50 di farina.

    Il licoli appena rinfrescato dovrà essere lasciato in un barattolo chiuso e a temperatura ambiente, occorrerà attendere 3-4 ore prima di utilizzarlo. In questo modo sarà ben attivo.

    Se il licoli conservato in frigo è attivo (ad esempio rinfrescato il giorno prima), è sufficiente toglierlo dal frigo e lasciarlo a temperatura ambiente per almeno un’ora prima di utilizzarlo perché possa riattivarsi.

    impasto semplice con licoli - steps 1-2-3

  2. Avviare la planetaria a bassa velocità con il gancio per impasti. Lasciarla lavorare per alcuni minuti finché l’impasto sarà incordato.

    Come detto nella nota precedente, aggiungere poca acqua alla volta fino ad utilizzare i 250 g totali (o anche qualcosa in più, se l’impasto ‘la prende’ a seconda della farina utilizzata, nel mio caso la consistenza era perfetta con 250 g).

    impasto semplice con licoli - steps 4-5-6 corr

    Coprire la ciotola con pellicola (per la verità io l’ho coperta semplicemente con un piatto 😀 ma in genere si consiglia la pellicola per essere certi che l’impasto non prenda aria) e lasciar lievitare l’impasto a temperatura ambiente per 8 ore circa.

    Vi rammento che in questo momento in cui sto scrivendo – e in cui ho preparato il mio impasto semplice – siamo in aprile. La temperatura ambiente è sempre da considerarsi parametro molto indicativo, non essendo un dato perfetto perché soggetto a variazioni. Ma non tutti posseggono una cella di lievitazione, oppure non tutti possono occupare il forno con la lucina accesa per tutte le ore necessarie alla lievitazione, perciò per stabilire la corretta lievitazione ‘a temperatura ambiente’ è bene considerare solamente indicative le ore indicate nelle ricette (compresa questa mia 🙂 ) e controllare che l’impasto semplicemente raddoppi. In estate con ogni probabilità basteranno un paio d’ore in meno, eventualmente vi informerò delle variazioni che avrò riscontrato quando riproverò questa ricetta in luglio o agosto 🙂

    impasto semplice con licoli - steps 7-8-9

  3. Dopo 8 ore (ho impastato all’1,30 di notte e l’ho lasciato lievitare fino alle 9,30 del mattino), rovesciare l’impasto sulla placca del forno ricoperta di carta forno.

    Inumidire la superficie con un giro d’olio e con 2-3 cucchiai d’acqua.

    Stendere con la punta delle dita l’impasto ricoprendo tutta la teglia.

    impasto semplice con licoli - steps 10-11-12

    Mettere la teglia nel forno spento a riposare per un paio d’ore. Senza coprirla, poiché la bagna di acqua e olio è sufficiente a mantenere l’impasto morbido e a non farlo asciugare.

  4. Trascorse le due ore – vi consiglio però di dare un’occhiata dopo un’ora, perché se fa caldo anche un’ora potrebbe bastare – accendete il forno e…

    …cuocete! 😀

    Se decidete per una pizza in teglia… leggete la ricetta della mia margherita con olive e capperi! QUI la ricetta

    Se preferite una focaccia… provate a decorarla come ho fatto io!! Come vi racconto QUI 😉

    Enjoy!

Consigli senza sale

Senza sale No non stupitevi, non è un errore 🙂 Il sale negli ingredienti non c’è, non è una dimenticanza! Se siete atterrati qui per caso, forse ancora non sapete che questo è un blog senza sale aggiunto. Se volete aggiungerlo, fatelo eh, non è vietato 😀 ma se vi ho incuriosito vi lascio il link a questo mio articolo in cui spiego perché a casa mia si cucina senza sale. E se vi va di provare… iniziate riducendone almeno un po’! magari seguendo alcuni dei miei consigli elencati qui sotto 😉

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

2 Risposte a “Impasto semplice con licoli (per pizza in teglia e focacce)”

    1. Ciao Sabrina! Certo, la sostituzione puoi farla tranquillamente, sulla quantità precisa però non mi sento di dirti che debba essere proprio la stessa, quella è meglio valutarla aggiungendola un po’ alla volta, in quanto il kefir, o lo yogurt, previsti in questa ricetta essendo cremosi non hanno la stessa resa dell’acqua. Va detto come regola generale che il peso dei componenti liquidi può sempre avere delle variabili e questa cosa va tenuta in considerazione sempre negli impasti, perché anche a parità di ingredienti le farine (che per forza di cose difficilmente sono le stesse) possono avere diverso assorbimento. Se il motivo della richiesta è l’intolleranza ai latticini puoi valutare anche l’idea di sostituirlo con uno yogurt vegetale (anche se io non ho provato onestamente ma penso si possa fare, perché no). Fammi sapere eh!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.