Ricette con il radicchio

Non potevo non creare una pagina dedicata alle mie ricette con il radicchio, visto che ne ho accumulate già un certo numero e che sicuramente altre ne farò, perché a me il radicchio piace proprio tanto, sia cotto che crudo.

radicchio rosso tagliato

Come faccio sempre in queste pagine a tema, prima di passare ai link delle ricette vi lascio alcune informazioni di carattere generale. Si tratta di informazioni (prevalentemente tratte dal web o dai miei libri di cucina) che sicuramente tanti di voi già conoscono, ma sono del parere che possa essere utile riepilogarle: il sapere qualcosa sulle proprietà nutrizionali può servirci per seguire una corretta alimentazione, in più io sono anche molto interessata alle notizie storiche: da dove derivano gli alimenti? dove vengono coltivati o prodotti?

Se vi interessa sapere qualcosa di più sul radicchio, prego, leggete qui di seguito! 🙂

Informazioni generali

Il radicchio è una cicoria sottoposta a forzatura. La forzatura consiste nel mettere i cespi sotto sacchi di polietilene nero che impedisce alla luce di filtrare: la mancanza di luce trasforma il colore verde delle foglie in rosso.

Si ritiene che tutte le varietà di radicchio abbiano un’unica origine orientale non ben definita e che la coltivazione, prevalentemente nel Veneto, abbia avuto inizio nel sedicesimo secolo. Non è certa l’origine della tecnica dell’imbiancamento, ma è certa invece la notizia che la prima mostra in cui comparve il radicchio rosso di Treviso è del dicembre 1900.

Vengono coltivate diverse varietà di radicchio, ognuna denominata in base alla zona d’origine. Le più conosciute sono: il radicchio di Treviso, con foglie allungate e costa bianca centrale, il radicchio di Verona con foglie tondeggianti, il radicchio di Chioggia con foglie tonde racchiuse una sull’altra, il radicchio di Castelfranco, che ha foglie arricciate ai bordi ed è variegato, con striature rosse più o meno evidenti che mostrano il verde originario della foglia.
Il radicchio di Treviso viene definito “precoce” (dal sapore amarognolo meno accentuato) se raccolto tra ottobre e novembre, oppure “tardivo” (più amarognolo) se raccolto tra dicembre e febbraio.

Le proprietà del radicchio sono molteplici: apporta vitamine, minerali e ferro, è depurativo, diuretico e leggermente lassativo. E, come tutte le verdure a foglia, è poco calorico perciò adatto ad ogni regime alimentare.

Tutte le varietà di radicchio vengono utilizzate a crudo nelle insalate. Ma si prestano anche a preparazioni cotte: alla griglia, in padella, nei primi.

Ed ora, se volete dare un’occhiata alle mie ricette con il radicchio, ecco qui di seguito l’elenco delle ricette pubblicate finora nel blog:

Ricette con il radicchio

Risotto radicchio e mela

risotto radicchio e mela

Pasta con radicchio zucca e tofu

pasta con radicchio zucca e tofuQuiche radicchio rosso e feta

quiche radicchio rosso e fetaFusilli alle verdure spadellate

fusilli alle verdure spadellate

Panino vegetariano al radicchio rosso

Panino vegetariano al radicchio

 Insalata di radicchio rosso e noci

insalata di radicchio rosso noci

Quiche radicchio rosso e cipolla

quiche radicchio rosso e cipolla-d

Radicchio con cipolla e crostini aromatici

radicchio con cipolla e crostini

Pasta gratinata al radicchio rosso

Pasta gratinata al radicchio

Piadizza radicchio pecorino e pepe

Piadizza radicchio e pecorino

Penne integrali al radicchio e pancetta

Penne radicchio e pancetta

Fonti:
– il volume “Il grande libro della cucina vegetariana”, Fabbri editori
– il sito Riza. it
– il sito Strada del Radicchio Rosso di Treviso e Variegato di Castelfranco

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.