Involtini di lonza di maiale ripieni

Eccomi qua, la ricetta che vi avevo preannunciato qualche giorno fa è pronta 🙂 Si tratta degli involtini di lonza di maiale ripieni, una ricetta per me insolita, non solo perché è un secondo di carne – che come sapete non è un secondo piatto abituale a casa mia – ma perché si tratta di involtini, tanto insoliti qui da noi che i miei figli, adolescenti, mi hanno visto portarli in tavola per la prima volta! 😀

È la seconda volta, proprio la seconda, in vita mia che cucino degli involtini, la prima volta risale a 22 (sì, ventidue) anni fa 😀
Adesso ho ripetuto la ricetta di allora variandola un po’ per renderla più adatta alla mia cucina iposodica attuale.
Ventidue anni fa ero in fase di transizione da cucina ‘normale’ verso cucina iposodica, avevo già eliminato il sale discrezionale ma usavo ancora, senza variazioni nel metodo o nelle quantità, alcuni prodotti salati come le salse in barattolo e i salumi. Inoltre gli involtini dell’epoca li avevo cucinati come ‘secondo secondo’ del giorno di Natale, cioè come secondo di carne dopo il bollito, e avendo tutta la famiglia ospite non potevo certo propinare a tutti la mia cucina senza sale, per di più in un giorno come il giorno di Natale.

Negli ultimi anni il mio modo di cucinare si è evoluto e perciò questa volta ho fatto così: ho diminuito drasticamente la quantità di senape per ogni fettina, ho eliminato la fetta (anzi le due fette) di pancetta che avevo messo all’epoca sulla carne prima di arrotolarla, e ho usato una strisciolina di formaggio piccola al posto della sottiletta. Be’ in questo caso forse non c’è molta differenza in quanto a contenuto di sodio, ma perlomeno il formaggio non è fuoriuscito tutto dagli involtini (come aveva fatto la sottiletta rendendomi la cottura impegnativa quel giorno là di tanto tempo fa).

Bene, ora sapete come potete variare questa ricetta, se non siete iposodici 🙂
Ma se lo siete, iposodici, oppure se siete anche solo un po’ curiosi… continuate a leggere dopo la foto!

involtini di lonza di maiale ripieni v
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 8Fettine di lonza di maiale
  • 4 fettePane raffermo (o pancarré )
  • 80 gFormaggio
  • 1 cucchiainoSenape
  • 1 bicchierinoVino bianco
  • q.b.Latte (io 4 cucchiai)
  • q.b.Erbe aromatiche (miste (io rosmarino, salvia e origano))
  • 1 spicchioAglio
  • 1 cucchiainoOlio extravergine d’oliva (facoltativo)

Preparazione

  1. Per prima cosa ammorbidire il pane: tagliarlo a piccoli pezzetti, metterlo in una ciotola e bagnarlo con il latte.

    Aggiungere le erbe aromatiche e l’aglio tritato per insaporirlo.

  2. involtini di lonza di maiale -steps1-2-3

    Spalmare una piccola quantità di senape sul ogni fettina di carne.

  3. Quando il pane si è sufficientemente inumidito, scolarlo dal latte in eccesso e porre una piccola quantità (circa un cucchiaio) sulla fettina di carne.

    Aggiungere un piccolo pezzetto di formaggio e arrotolare la carne.

    Chiudere l’involtino con un paio di stuzzicadenti.

    Consiglio di infilare gli stuzzicadenti sul lato lungo, come mostrato in foto, per evitare che gli stuzzicadenti impediscano il rotolamento dell’involtino durante la cottura. Inizialmente avevo infilato i due stuzzicadenti alle due estremità e mi sono accorta poi solo durante la cottura che erano scomodi! 😀

    In alternativa si può legare ogni involtino con dello spago per arrosti.

  4. Cuocere gli involtini in padella.

    Dapprima farli rosolare su tutti i lati cuocendoli esternamente per alcuni minuti.

    Utilizzando una buona padella antiaderente si può omettere l’olio, in ogni caso è sufficiente inumidire con una quantità di olio minima.

  5. involtini di lonza di maiale -steps4-5-6

    Quando sono ben rosolati, sfumare con il vino, rigirarli, quindi chiudere con il coperchio e completare la cottura a fuoco minimo per altri 15 minuti.
    Per me non è stato necessario ma se si asciugano troppo si possono bagnare con qualche cucchiaio di brodo caldo o acqua.
    Accompagnare gli involtini di lonza di maiale ripieni con patate, purè, funghi spadellati, zucca al forno, oppure con le teste di funghi di cui vi ho parlato nella ricetta precedente 🙂
    Buon appetito!

  1. involtini di lonza di maiale ripieni

Consigli senza sale

Senza sale Sto meditando di sperimentare la salsa di senape fatta in casa, ovviamente senza sale. Voglio potermi concedere di usare la senape un po’ più spesso e senza sensi di colpa! Sperimenterò a breve e non appena avrò la ricetta pronta vi metterò qui il link 🙂

Se sei interessato a ridurre o eliminare il sale, ricorda sempre di:
• Diminuire il sale gradualmente, il palato deve abituarsi pian piano e non deve accorgersi della progressiva riduzione.
• Utilizzare le spezie. Peperoncino, pepe, curry, noce moscata, cannella, chiodi di garofano, cumino…
• Utilizzare le erbe aromatiche. Basilico, prezzemolo, origano, timo, salvia, maggiorana, rosmarino, menta…
• Utilizzare i semi. Sesamo, pinoli, mandorle, noci…
• Utilizzare ortaggi piccanti o frutta. Aglio, cipolla, limone, arancia…
• Utilizzare il mio granulare vegetale senza sale
• Preferire i cibi freschi.
• Evitare le cotture in acqua, preferire cotture che non disperdano i sapori (piastra, cartoccio, vapore, microonde)
• Evitare di portare in tavola la saliera!
• Concedersi a volte uno strappo alla regola. Fa bene all’umore e aiuta a perseverare.

Se non vuoi, o non puoi, rinunciare al sale:
• Puoi provare ugualmente le mie ricette salando secondo le tue abitudini. 🙂


Vi aspetto sulla mia pagina Facebook!
e vi invito a visitare le mie bacheche Pinterest. Passate a trovarmi anche lì!

Precedente Teste di funghi al forno Successivo Infuso di kefir, con bustina o con frutta essiccata

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.