Il mio pesto di basilico

Ho deciso di chiamare il mio pesto “di basilico” anziché “alla genovese”, come è senz’altro più comunemente conosciuto, perché in realtà… io non ho sufficiente cultura culinaria ligure per poter dare la vera ricetta del pesto o per poter dire “il pesto si fa così”. 😀

Io per anni il pesto l’ho semplicemente comprato, a volte in barattolo o preso nel banco frigo o al banco gastronomia, e ammetto che ancora adesso a volte lo faccio (cioè lo compro), perché è comodo averlo in dispensa o nel frigo in caso di emergenze, e vi assicuro che di emergenze da frigo vuoto o da dispensa vuota me ne succedono!

Poi succede che un giornale, un libro o un’amica, ad esempio una certa Sarah (ciao Sarah! 🙂 ) dimostrino che non è così complicato prepararsi il pesto in casa, soprattutto quando si hanno dei vasi di basilico sul terrazzo. E il caso vuole che, se non io, mamma e suocera i vasi di basilico li hanno!

E poi, un giorno succede anche che compro un nuovo frullatore, anzi mixer. E toh, che ti trovo nel libretto istruzioni? Una bellissima ricetta del pesto.
E provo a farla.
E durante, scopro che la quantità di basilico non mi soddisfa, quella dei pinoli neanche, quindi aggiungo, tolgo, aggiungo di nuovo, aggiusto come mi pare praticamente ogni ingrediente.
E viene fuori un pesto, che poi ho usato per fare delle lasagne al pesto che… ve l’assicuro, non per essere modesta ma… ancora ci lecchiamo i baffi!

pesto

Quindi… anche se non è proprio genovese ma vi va di provare il mio pesto di basilico, tipo genovese, prego non fate complimenti! La ricetta è qui:

Il mio pesto di basilico

Ingredienti
60 foglie di basilico (ok, lo prometto, la prossima volta le peso!)
1 spicchio d’aglio
30 pinoli
80 g (massimo 100 g) di olio extravergine
50 g circa di parmigiano
acqua q.b.
pepe (facoltativo)

Procedimento
Lavare e asciugare le foglie di basilico.
Sbucciare lo spicchio d’aglio e togliere il germoglio centrale, se c’è.
Inserire nel contenitore del mixer il basilico, l’aglio, i pinoli e il parmigiano tagliato a piccoli pezzetti. Azionare il mixer aggiungendo 2-3 cucchiai d’acqua.
Aggiungere l’olio poco alla volta e tritare fino alla consistenza desiderata. Eventualmente, sostituire una parte dell’olio con acqua.

Può sembrare un’eresia aggiungere l’acqua 🙂 ma un po’ (nella quantità ritenuta necessaria andando a occhio, certo, senza esagerare) al posto dell’olio aiuta comunque ad ammorbidire il composto pur diminuendo l’olio. Anche al momento di condire la pasta io aggiungo sempre un paio di cucchiai di acqua di cottura della pasta, perché aiuta ad amalgamare senza dover aumentare la quantità di olio.

L’aggiunta di acqua è un espediente che ho imparato in un periodo in cui ero a dieta e la quantità d’olio giornaliera permessa era davvero minima. E poi, se si può usare l’acqua per fare le ciambelle, perché non provare anche con altre ricette? 😉

Bene, il pesto è pronto.
Alla fine, se gradito, si può aggiungere del pepe macinato al momento. Chi usa il sale forse può evitare di aggiungere il pepe, ma io trovo che un po’ non guasta.

E ora vi mostro le lasagne, fatte con il mio pesto 😉

Enjoy!

lasagne al pesto

Senza saleProvateci, a fare il pesto senza sale! 😉
Se volete ridurre il sale ma non sapete da dove cominciare… cominciate dai miei consigli senza sale 😉

Se sei interessato a ridurre o eliminare il sale, ricorda sempre di:

  • Diminuire il sale gradualmente, il palato deve abituarsi pian piano e non deve accorgersi della progressiva riduzione.
  • Utilizzare le spezie. Peperoncino, pepe, curry, noce moscata, cannella, chiodi di garofano, cumino…
  • Utilizzare le erbe aromatiche. Basilico, prezzemolo, origano, timo, salvia, maggiorana, rosmarino, menta…
  • Utilizzare i semi. Sesamo, pinoli, mandorle, noci…
  • Utilizzare ortaggi piccanti o frutta. Aglio, cipolla, limone, arancia…
  • Preferire i cibi freschi.
  • Evitare di portare in tavola la saliera!
  • Concedersi a volte uno strappo alla regola. Fa bene all’umore e aiuta a perseverare.

Se non vuoi, o non puoi, rinunciare al sale:

  • Puoi provare ugualmente le mie ricette salando secondo le tue abitudini. 🙂

Vi aspetto anche nella mia pagina Facebook!! Passate a trovarmi!

Precedente Fusilli al sugo mediterraneo Successivo I muffin al cioccolato inventati dai miei figli

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.