Friselle in insalata di cipolla e carciofi con…

Ricetta super veloce oggi: friselle in insalata di cipolla con cuori di carciofo, quartirolo e radicchio trevigiano.
Tempo totale di preparazione: dai 5 ai 10 minuti, non di più 😉

friselle in insalata di cipolla

Ecco una situazione classica di casa mia: sono di corsa, ho lavorato fino a tardi, ben oltre l’orario ufficiale della pausa pranzo, e devo rimettermi al lavoro immediatamente, perciò ho poco tempo per pranzare e ancor meno tempo per preparare il pranzo, e – classico dei classici – non ho nulla di già pronto in frigo.

Apro il frigo e do un’occhiata velocissima. Mentre guardo, intanto già afferro questo e quello, in stile dispensa di Masterchef 😛 , nel frattempo rifletto sul da farsi.
La prima idea, la più logica, è quella di fare un’insalata veloce.
Poi, tra mozzarella e quartirolo decido per il quartirolo, e intanto che affetto la cipolla mi ricordo che il quartirolo ci era piaciuto molto abbinato alle friselline mignon, e mi ricordo anche che in quella ricetta vi avevo detto che il quartirolo sbriciolato a me piace aggiungerlo alla salsa per friselle, una salsa di cui noi siamo proprio golosi.
Ed è così che mi si accende all’improvviso la lampadina: Cavoli! Ma io un sacchetto di frise ce l’ho!!!
Ecco fatta l’equazione, che questo genere di matematica è l’unica matematica in cui io ci capisco qualcosa:

insalata di cipolla +
carciofi +
quartirolo x
frise salentine doc =
friselle in insalata da leccarsi i baffi.
Come volevasi dimostrare 😉

Friselle in insalata di cipolla e carciofi con…

Ingredienti per condire 2 friselle
2 frise di grano duro
50 g circa di quartirolo lombardo
mezza cipolla rossa
2 cuori di carciofo
1 cuore di radicchio trevigiano
olio extravergine d’oliva
aceto bianco
peperoncino (facoltativo)
gomasio (facoltativo)

Procedimento
Per prima cosa affettare i cuori di carciofo.
Premetto che io avevo in frigo un paio di carciofi che avevo già in parte pulito e preparato il giorno prima per una ricetta mai venuta alla luce, e perciò rimasti in frigo inutilizzati. Ho dato loro una seconda opportunità utilizzandone a crudo il solo cuore (ché le foglie del carciofo in questa insalata mi sembravano troppo coriacee).
Dopo averli tagliati, metterli a bagno in poca acqua e aceto bianco (la quantità sufficiente a ricoprirli).

Mentre i cuori di carciofo si insaporiscono nell’aceto, affettare la cipolla e metterla in una scodella a bagno in acqua (anche in questo caso in quantità sufficiente a ricoprirla). Volendo, anche qui un po’ di aceto può far bene, io non l’ho messo perché questa cipolla sembrava essere abbastanza delicata, non aveva un odore forte.

A questo punto inumidire le friselle. Procedere immergendole velocemente in una ciotola piena d’acqua per un paio di volte. Sistemare ogni frisa, grondante d’acqua, in un piatto e farle riposare per qualche minuto. Nel frattempo completare la preparazione dell’insalata:

Affettare le foglie di un cuore di radicchio trevigiano.

Scolare la cipolla e tamponarla con carta da cucina o un canovaccio per asciugare l’acqua in eccesso.

Scolare i pezzetti di carciofo (scolarli solamente, senza asciugarli così da conservare il sapore dell’aceto).

Tagliare a pezzetti, o sbriciolare, il quartirolo in una scodella. Nella stessa scodella versare la cipolla, i carciofi, il radicchio, condire con olio extravergine e mescolare.

Ricoprire le frise con questa insalata di cipolle e carciofi e radicchio e quartirolo.

Gustare subito.

Variazioni possibili
Facoltativa l’aggiunta di un pizzico di peperoncino e di gomasio. Io li ho aggiunti entrambi a foto già scattate, e quando già avevo iniziato, affamata, a tagliare la mia frisa e non era più il caso di rimettermi a far foto 😀 Ecco perché non sono visibili in queste foto né i puntini rossi del peperoncino né quelli giallini del gomasio, ma nella mia frisa c’erano perciò è doveroso dirvelo e aggiungerli agli ingredienti.
Quando preparerò di nuovo queste friselle in insalata (ma con un po’ meno fretta 😉 ) proverò alcune aggiunte: ad esempio qualche foglia di insalata belga, magari alcuni capperi o delle olive nere. Mi ispirano molto le olive nere cotte al forno, voi che dite è una buona idea?

Enjoy!

friselle in insalata di cipolla e carciofi

Senza saleOvviamente…
niente sale in questa ricetta!! 😀

Se sei interessato a ridurre o eliminare il sale, ricorda sempre di:

  • Diminuire il sale gradualmente, il palato deve abituarsi pian piano e non deve accorgersi della progressiva riduzione.
  • Utilizzare le spezie. Peperoncino, pepe, curry, noce moscata, cannella, chiodi di garofano, cumino…
  • Utilizzare le erbe aromatiche. Basilico, prezzemolo, origano, timo, salvia, maggiorana, rosmarino, menta…
  • Utilizzare i semi. Sesamo, pinoli, mandorle, noci…
  • Utilizzare ortaggi piccanti o frutta. Aglio, cipolla, limone, arancia…
  • Utilizzare il mio granulare vegetale senza sale
  • Preferire i cibi freschi.
  • Evitare le cotture in acqua, preferire cotture che non disperdano i sapori (piastra, cartoccio, vapore, microonde)
  • Evitare di portare in tavola la saliera!
  • Concedersi a volte uno strappo alla regola. Fa bene all’umore e aiuta a perseverare.

Se non vuoi, o non puoi, rinunciare al sale:

  • Puoi provare ugualmente le mie ricette salando secondo le tue abitudini. 🙂

 

Vi aspetto anche sulla mia pagina Facebook 😉

Precedente Maionese di lupini (versione base e varianti) Successivo Girelle dolci e soffici per la colazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.