Scorza di arancia in polvere (con essiccatore)

Oggi vi voglio parlare di una ricetta che… Anzi no! Oggi vi parlo di una non-ricetta! 🙂 Cioè della mia produzione di scorza di arancia in polvere.

Che sarebbe il mio secondo esperimento con l’essiccatore.

scorza di arancia in polvere

A dire proprio la vera verità questo non è il mio effettivo secondo esperimento con l’essiccatore, perché da quando ho prodotto le chips di mela e banana ne ho fatti altri di esperimenti, di cui intendo raccontarvi (i successivi esperimenti sono tutti QUI! e in progressivo aggiornamento).

Ma oggi voglio parlarvi di questo, e proprio questo, esperimento, cioè della scorza di arancia in polvere, dato che l’arancia ormai è a fine stagione. E così, insomma, questa non-ricetta viene prima di altre 😀 e se vi incuriosisce e volete cimentarvi… affrettatevi a comprare le ultime arance! (a detta del mio venditore-siciliano-d’arance-di-Sicilia ci saranno ancora fino a metà maggio 😉 ).

Scorza di arancia in polvere (con essiccatore)

Ingredienti
scorza di arancia non trattata
zucchero di canna (meglio se a grana grossa)

Non vi indico le quantità perché dipendono dalle dimensioni del vostro essiccatore, o dalle vostre necessità.

Procedimento
Lavare e asciugare le arance.
Se si utilizzano arance intere, pelarle con un pelapatate o un coltello cercando di evitare la parte bianca (che si chiama albedo, l’ho scoperto da poco!).
Se si usa la buccia di arance sbucciate (cioè se anche voi dopo aver mangiato la vostra arancia siete restii a buttare tutta quella bella buccia bio 🙂 ), occorre eliminare con un coltello tutta la parte bianca, perché rende amarognolo il prodotto finale.
Una piccola parte di albedo rimane sempre, ma se è poco non succede nulla, anche perché poi si compensa l’eventuale nota amara aggiungendo lo zucchero in fase di triturazione.

Disporre le bucce d’arancia sul vassoio (o sui vassoi, a seconda della quantità) dell’essiccatore e accenderlo.

Dimenticarsi dell’essiccatore per circa 3 ore 🙂

Ricordate che il tempo di essiccazione dipende da diverse variabili: spessore e umidità principalmente.

Quando le bucce d’arancia si saranno essiccate, ridurle in polvere (nel robot o col mortaio).
Ho provato entrambi i modi e quello che preferisco è il mortaio, come vi mostro nelle foto seguenti. 

scorza di arancia in polvere - steps

Nella fase di riduzione in polvere si può, anzi direi si deve, aggiungere lo zucchero. Perché, oltre a dolcificare, aiuta l’operazione di riduzione in polvere, specie se lo zucchero è a grana grossa.

Riguardo la quantità di zucchero… decidete voi secondo il vostro gusto. Io ho usato 1 cucchiaio di zucchero di canna per 25 grammi circa di scorza d’arancia essiccata.

scorza di arancia in polvere

Conservare la scorza in polvere in un contenitore per alimenti (io lo tengo in frigo).

Avete già pensato a come e dove usare la vostra scorza di arancia in polvere?
Qualche suggerimento ve lo do io: l’ho usata nella mia pasta frolla per fare dei biscotti aromatizzati, e nella frolla veg, e poi l’ho aggiunta nell’impasto di una semplice ciambella. E l’ho messa nelle classiche fragole zuccherate (buonissime!).

 Grazie per essere passati di qui!

Poi vi aspetto anche sulla pagina Facebook e su Pinterest, non mancate!

 

Oggi 7 maggio 2018 ho aggiornato le foto, aggiungendo anche quelle degli step di lavorazione, ma la foto “vecchia” la lascio qui, a ricordo della mia prima produzione di polvere di scorza di arancia 🙂scorza di arancia in polvere

Precedente Pesto di pomodori secchi ai semi misti Successivo Pesto di pomodori secchi e tofu

2 commenti su “Scorza di arancia in polvere (con essiccatore)

  1. Valentina il said:

    Ciao, a proposito di attrezzatura in cucina…;-) anzitutto per lavare le arance uso una piccola spazzola (tipo quelle per le unghie), e per eliminare la parte bianca della buccia io uso direttamente il pelapatate (lo strumento dev’essere di prima qualità), così tutto diventa molto più semplice e rapido!
    Valentina

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.