Peperoni ripieni vegetariani cotti nella bistecchiera

Sono sincera, le foto di questi peperoni ripieni vegetariani non sono recentissime, risalgono all’estate scorsa 🙂
Chi mi segue sulla pagina fb forse se lo ricorda, a fine estate avevo scritto in un post che avevo accumulato tante foto scattate nel corso dell’estate senza riuscire purtroppo a scriverne le ricette (una cosa che pare succeda a tutte le foodblogger! 😀 ), questi peperoni ripieni vegetariani addirittura erano rimasti nella macchina fotografica fino ad ottobre!, e siccome in quel momento avevo tante ricette autunnali che sgomitavano per essere scritte (e anche di quelle ho altre foto-rimanenze in giro…), ho archiviato tutte le foto estive con la speranza di poterle recuperare poi. Cioè quest’anno.
Riguardandole adesso, forse non tutte le foto sono utilizzabili, alcune non mi piacciono più, altre sono proprio riuscite male, forse fotografate un po’ troppo di fretta, per cui “mi sacrificherò” e nei prossimi mesi vedrò di rifare le ricette (ehhh è un duro lavoro!).

Ma questi peperoni erano abbastanza fotogenici, e meno male va’! 🙂

peperoni ripieni vegetariani

Come spesso mi succede, nell’apprestarmi a cucinare questi peperoni ripieni vegetariani avevo in mente tutta un’altra ricetta. Volevo fare dei semplici peperoni gratinati fatti secondo la tradizione del graté di casa mia (come vi ho raccontato nelle ricette delle melanzane graté e dei pomodori graté).
Ma accorgendomi all’ultimo momento di non avere sufficiente pangrattato per farcirli tutti (un classico intoppo di quando cucino io!), era scattata questa soluzione alternativa, con la ricotta.

Mi era andata bene direi, erano piaciuti anche ai miei figli! 😀 😛

Peperoni ripieni vegetariani cotti nella bistecchiera

Ingredienti
6 peperoni piccoli o 3 grandi (*)
100 g ricotta
60 g pangrattato
1 spicchio aglio
olive nere (a piacere)
timo o altra erba aromatica
paprika
1 cucchiaio olio

Procedimento
(*) Vi preciso che i peperoni che vedete nelle foto erano peperoni nostrani provenienti da un piccolo orto qui vicino, e la loro dimensione era a metà strada tra quella dei friggitelli e quella dei peperoni che si trovano abitualmente in vendita.

Lavare e tagliare a metà (oppure a falde) i peperoni. Togliere il picciolo e i semi.

Scaldare la bistecchiera e mettete a cuocere le falde “a faccia in giù” a fuoco medio e coperchio chiuso per 10-15 minuti.

peperoni ripieni vegetariani - step1-2

Preparare il ripieno: unire la ricotta al pangrattato, aggiungere l’aglio tritato, le olive a pezzi grossolani, il timo, la paprika e l’olio.
Se la ricotta rimane un po’ granulosa va bene lo stesso ma volendo si può lavorare un po’ più a lungo magari con le mani per compattare meglio il composto.

peperoni ripieni vegetariani - step3-4

Dopo circa 15 minuti i peperoni sono a metà cottura, si possono girare e farcire.
Vi consiglio di schiacciare il ripieno con il dorso di un cucchiaio o con le dita per compattarlo, io all’inizio non l’avevo fatto ma ho capito poi, data la granulosità del mio ripieno, che era una cosa utile.

Aggiungere un filo d’olio sul ripieno.

Chiudere di nuovo la bistecchiera con il coperchio e completare la cottura per altri 15 minuti circa (il tempo può variare secondo il tipo di peperoni usati). Mantenere il fuoco basso altrimenti la buccia dei peperoni si bruciacchia (è facile che succeda, ma poi la buccia eventualmente annerita si toglie facilmente).
Riguardo la cottura nella bistecchiera, se avete già dato un’occhiata alle ricette delle melanzane e dei pomodori gratinati sapete già il motivo di questa mia abitudine di cuocere le verdure gratinate nella bistecchiera. Se non avete una bistecchiera in acciaio e con coperchio simile alla mia, potete usare altri modelli di bistecchiera o di padella, anche antiaderenti, ma comunque con coperchio, oppure potete fare la cottura in forno (in questo caso non posso essere precisa su modalità e tempi di cottura non avendo provato personalmente, ma almeno per il tempo di cottura penso non debba esserci troppa differenza).

Verificare la cottura infilzando i peperoni con una forchetta.

Si possono portare in tavola subito, ma il mio consiglio è di non mangiarli troppo bollenti, io preferisco lasciarli intiepidire nella bistecchiera prima di servirli.

Buon appetito 🙂

peperoni ripieni vegetariani

senza sale

Come tutte le mie ricette anche questi peperoni ripieni vegetariani sono senza sale aggiunto. In questa ricetta solo le olive possono essere considerate ingrediente non iposodico, per questo motivo non vi ho indicato la quantità precisa, così potete regolarvi secondo le vostre necessità. Per insaporire il ripieno non dimenticate l’aglio, che potete anche usare in maggior quantità 🙂 eventualmente potete aggiungere anche un cucchiaino o due di gomasio.

Vi lascio con la mia consueta lista di consigli, e vi aspetto sulla mia pagina Facebook e vi invito a visitare le mie bacheche Pinterest 🙂

Se sei interessato a ridurre o eliminare il sale, ricorda sempre di:

  • Diminuire il sale gradualmente, il palato deve abituarsi pian piano e non deve accorgersi della progressiva riduzione.
  • Utilizzare le spezie. Peperoncino, pepe, curry, noce moscata, cannella, chiodi di garofano, cumino…
  • Utilizzare le erbe aromatiche. Basilico, prezzemolo, origano, timo, salvia, maggiorana, rosmarino, menta…
  • Utilizzare i semi. Sesamo, pinoli, mandorle, noci…
  • Utilizzare ortaggi piccanti o frutta. Aglio, cipolla, limone, arancia…
  • Utilizzare il mio granulare vegetale senza sale
  • Preferire i cibi freschi.
  • Evitare le cotture in acqua, preferire cotture che non disperdano i sapori (piastra, cartoccio, vapore, microonde)
  • Evitare di portare in tavola la saliera!
  • Concedersi a volte uno strappo alla regola. Fa bene all’umore e aiuta a perseverare.

Se non vuoi, o non puoi, rinunciare al sale:

  • Puoi provare ugualmente le mie ricette salando secondo le tue abitudini. 🙂

Precedente Cheesecake cotta alla ricotta senza panna Successivo Insalata di riso integrale e orzo perlato

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.