Pasta frolla senza burro (+ crostata)

Indecisa se dedicare questa ricetta alla pasta frolla senza burro (o all’olio se preferite chiamarla così) oppure se dedicarla alla ottima crostata con marmellata di sambuco che con questa frolla ho poi fatto… ho preso la decisione salomonica di fare un articolo di larghe intese 😛 😀 e di parlarvi di entrambe le ricette 🙂

Eccola qui la mia pasta frolla senza burro:

pasta frolla senza burro all'olio

una frolla che, ma davvero!, non so mai come chiamare. Meglio dire pasta frolla senza burro o è meglio pasta frolla all’olio? Voi come la chiamate? A dire il vero io di solito la chiamo in modo abbreviato: frolla all’olio, il modo migliore e più diretto, secondo me.
Ma ora vi svelo un dettaglio tecnico: gli apostrofi nei titoli delle ricette sono… non so come definirli… fetenti, ecco 😛 perché hanno (e anche gli accenti, eh, mica solo gli apostrofi) la brutta abitudine di sparire dai permalink, url, slug, cioè da quelle cose lì che identificano le ricette in rete. Così, ogni volta che devo decidere il titolo per una ricetta all’olio, per evitare quelle odiose trasformazioni in allolio tutto attaccato 😕 finisco per optare per quel salomonico senza burro che di apostrofi non ne ha. Proprio come ho fatto oggi, anche se non è proprio quello che la mia natura mi diceva di fare.

Comunque, vabbe’ dai, in fondo che c’importa a noi di queste cose tecniche… l’importante è che la crostata sia buona 🙂 E questa crostata lo è, buona, ve lo assicuro mano sul cuore.

crostata con marmellata di sambuco

Ehi, ma adesso come la chiamiamo questa crostata? crostata senza burro? oppure crostata con frolla all’olio? ahahahah!!! 😀 😀

Ricettaaa!!!!!

Pasta frolla senza burro (cioè all’olio) + crostata

Della pasta frolla senza burro, o all’olio, o con l’olio, o con olio, che dir si voglia, in passato ho sperimentato varie varianti (ad esempio in questa ricetta avevo aggiunto la semola, mentre questa è la versione con le arachidi), ma finora non avevo ancora scritto la ricetta base definitiva. Questa che vi presento oggi è fatta con olio di semi di mais spremuto a freddo, che sto usando ultimamente in tante ricette. E la crostata (con marmellata di sambuco, per la precisione) che ho fatto con questa frolla è riuscita davvero buona, nessuno di noi ha rimpianto la classica e collaudatissima crostata che ripeto da trent’anni con la frolla al burro, perciò… che dire…

…che ricetta base della pasta frolla senza burro sia! 🙂

Ingredienti 
300 g di farina 0
50 g di olio di semi
90 g di zucchero
1 cucchiaino colmo di lievito per dolci
1 uovo
scorza di mezzo limone
2 cucchiai d’acqua

e per la crostata:
200-250 g di marmellata di sambuco

Procedimento
Versare la farina in una ciotola.

Unire alla farina lo zucchero, l’uovo intero, l’olio e la scorza grattugiata di almeno mezzo limone (il sapore della scorza si deve sentire).

Mescolare con le mani (ovviamente ben pulite) e non abbiate paura di impiastricciarvi. Le frolle vanno fatte così! 🙂

pasta frolla senza burro realizzazione

Mescolare la parte umida finché lo zucchero è sciolto, poi unire poco alla volta la farina + il lievito.
L’ideale sarebbe di mischiare fin da subito lievito e farina, setacciandoli insieme oppure semplicemente mescolando con un cucchiaio per unirli in modo uniforme. Ma a volte io mi dimentico di questo passaggio, verso la farina, faccio subito la fontana, rompo l’uovo eccetera eccetera, per poi accorgermi d’aver dimenticato il lievito. Ecco, in questi casi, come si vede anche nella foto, lo aggiungo lì da un lato e lo incorporo un po’ alla volta mentre incorporo la farina.

Impastare con le mani fino ad ottenere un panetto. A seconda della farina usata può essere necessario aggiungere uno o due cucchiai d’acqua: se l’impasto necessita di questa aggiunta lo si capisce, fidatevi 🙂
Quando gli ingredienti si sono amalgamati si può trasferire il composto sul piano di lavoro se ci si trova meglio ad impastare su un piano, ma io di solito uso solo la ciotola, anche perché le frolle non necessitano di lunga lavorazione, anzi. 

Ottenuto il panetto si può passare subito alla realizzazione della crostata (o di quel che si vuole ad esempio biscotti) oppure si può far riposare il panetto in frigo (chiuso in un contenitore oppure avvolto nella pellicola) per circa mezz’ora.
Per le frolle fatte con l’olio non ho riscontrato differenze particolari nel far riposare la pasta oppure no, almeno finora.

Realizzazione della crostata:

Stendere la base utilizzando metà impasto.

Poggiare la base sul fondo di una teglia da 22 o massimo 24 cm ricoperta di carta forno.

Con un cordone di pasta realizzare un bordo rialzato premendolo in modo che aderisca bene alla base.

Distribuire la marmellata e decorare a piacere con strisce di pasta o con forme a piacere tagliate con una formina per biscotti. Oppure scrivete con la pasta quello che vi va, ad esempio… un CIAO 😀

Cuocere in forno a 180 gradi per 15, massimo 20 minuti.

crostata CIAO con pasta frolla senza burro

Come ben si nota da questa foto ravvicinata, dopo la cottura questa frolla ha un aspetto rustico. A me le frolle piacciono proprio così 🙂

Per quanto riguarda la decorazione… vabbe’, era una crostata fatta così, senza intento di pubblicarla qui, volevo solo usarla, come infatti ho fatto, per salutarvi sulla pagina fb. Ma poi nello scrivere questa ricetta ho cambiato idea perché, bella o brutta che sia la decorazione, è una crostata che secondo me rende bene l’idea, cioè rende bene la bontà, di questa pasta frolla senza burro. Perciò, provatela dai!

Enjoy!!!

In attesa della prossima ricetta,

come sempre vi aspetto sulla pagina Facebook e su Pinterest 😉

Precedente Carciofi interi ripieni di pecorino Successivo Ananas arrosto speziato, idea antipasto

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.