Crea sito

Biscotti servizio da the, con ghiaccia reale

DSC_4847

Cari lettori

per me esiste una cosa più rilassante della camomilla o della valeriana: le decorazioni con ghiaccia reale! Mi metto in un angolino e inizio a disegnare con una minuscola bocchetta quello che mi suggerisce la fantasia, senza fare programmi. I pensieri negativi scompaiono, e rimane solo un bellissimo senso di tranquillità. A volte disegno puntini, altre losanghe, altre ancora motivi circoncentrici. L’importante è rilassarsi! 

I biscotti decorati sono un ottimo regalo tutto da mangiare e bellissimo da vedere; confezionato in sacchettini trasparenti, susciterà di certo lo stupore dei vostri amici. Di solito ne preparo a Natale, come segnaposto a tavola o come piccolo cadeau, ma ci si può sbizzarrire con innumerevoli forme e colori.

biscotti natalizi ghiaccia vert ok

Ecco il mio servizio da the completo di bricco, zuccheriera, teiera e cucchiaino. Meraviglioso da presentare con il the delle cinque! Nessuno potrà resistere 😉

DSC_4819

INGREDIENTI PER CIRCA 12-15 BISCOTTI ( a seconda della dimensione)

Per la pasta frolla:

300 g di farina 00

150 g di zucchero semolato

120 g di burro freddo

1 uovo intero

1 pizzico di sale

Scorza grattugiata di limone non trattato

Pasta frolla seconda versione:

100 gr di burro

100 gr di zucchero semolato

230 gr di farina

1 cucchiaio di latte

(1 cucchiaio abbondante di cannella in polvere) Facoltativo

2 tuorli

Per la ghiaccia reale:

250 grammi di zucchero a velo vanigliato setacciato

50 grammi di albume a temperatura ambiente

5 grammi di cremor tartaro

Colorante alimentare in gel (in questo caso rosso)

Acqua q.b.

DSC_4812


PROCEDIMENTO

Preparare la pasta frolla secondo il procedimento descritto qui. Qui trovate la pasta frolla seconda versione. E’ importante usare pasta frolla al burro di questo tipo, per ottenere una superficie molto liscia e omogenea. Avvolgere la pasta frolla in pellicola trasparente e lasciarla riposare in frigo per un’ora.

Preparare la ghiaccia reale secondo il procedimento descritto qui.

ghiaccia reale istruzioni per l'uso (1)ghiaccia reale spatola

Prelevare dalla quantità due cucchiai di ghiaccia e disporli in una ciotolina. Questa sarà la ghiaccia consistente bianca per le decorazioni finali. Se si vuole, si può aggiungere del colorante bianco extra white per accentuare il colore bianco.

Prelevare dalla quantità due cucchiai di ghiaccia e disporli in una seconda ciotolina. Aggiungere del colorante rosso per ottenere una ghiaccia fuxia. Questa sarà la ghiaccia consistente per le decorazioni finali.

DSC_4702

Suddividere in due parti uguali la restante ghiaccia. Diluire la prima con qualche goccia d’acqua per ottenere la ghiaccia fluida bianca che servirà per lo sfondo di metà dei biscotti. 

Colorare la seconda metà della ghiaccia rimasta con una punta di rosso e allungarla con qualche goccia di acqua fino ad ottenere una consistenza fluida simile a quella dello yogurt. Questa sarà la base della seconda metà di biscotti.

DSC_4707

In totale otterrete 4 ciotoline con 4 ghiacce diverse: due stiffy (una fuxia e una bianca naturale) e due run out (una bianca e una rosa). Battere le ciotole su un ripiano per eliminare le bollicine d’aria presenti e lasciarle riposare in frigo coperte con pellicola per almeno due ore.

Stendere la frolla e ritagliare i biscotti a forma di servizio da the o altra forma.

DSC_4659

Adagiarli su una placca da forno con carta forno e cuocerli a forno ventilato a 180 gradi per circa 8-10 minuti, a seconda della dimensione dei biscotti e del loro spessore.

DSC_4666

Una volta cotti, lasciarli raffreddare completamente. 

Trasferire le ghiacce run out bianca e rosa in due sac à poche distinti con bocchetta n. 2 liscia. Tracciare i contorni dello sfondo e riempire il biscotto con la ghiaccia, servendosi della punta della bocchetta o di uno stuzzicadenti.

ghiaccia reale istruzioni per l'uso (3) 

Lasciar riposare a temperatura ambiente per almeno 6 ore.

DSC_4766

Trasferire la ghiaccia stiffy bianca e fuxia in due distinte sac à poche con bocchetta n.1 liscia. Decorare i biscotti con linee, perline, puntini, pizzi e merletti e tutto ciò che vi suggerisce la fantasia. Completare con perline argentate e cuoricini.

ghiaccia reale istruzioni per l'uso (4)

Lasciare asciugare completamente prima di confezionare i biscotti.

Conservare in una scatola di latta per qualche giorno.


Ecco alcuni suggerimenti di decorazione:

DSC_4825 DSC_4830 DSC_4829 DSC_4828 DSC_4827

Buoni biscotti servizio da the decorati con ghiaccia reale! La tecnica base non è difficile, occorrono solo i giusti strumenti e una buona dose di pazienza!

*gelso*

DSC_4846

Ringrazio Evelin Decora per i suo preziosi consigli

Se vi piacciono le mie ricette, potete seguirmi anche sulla pagina Facebook

Una blogger in cucina

Grazie!

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Altre ricette che possono interessare..

6 comments on Biscotti servizio da the, con ghiaccia reale

  1. Simona
    22 ottobre 2014 at 10:14 am (5 anni ago)

    che meraviglia questi biscottini! L’ideale per un the raffinato stile Csaba!. pensa che tempo fa mi regalarono delle formine per realizzare biscotti di forme molto simili, ma con la fessura, in modo da appoggiare il biscottino proprio sulla tazza. E’ arrivata l’ora di inaugurarli!

    Rispondi
    • Gelso
      22 ottobre 2014 at 2:31 pm (5 anni ago)

      😀 eh si! Se le hai, provaci e fammi sapere! 😀

      Rispondi
    • Gelso
      10 novembre 2014 at 10:22 pm (5 anni ago)

      Grazie!!! :*

      Rispondi
  2. fabia
    4 novembre 2015 at 11:41 am (4 anni ago)

    bellissimiiiiiiiiiiii, ci proverò sicuramente….è un’attività da fare anche con le bambine, magari un pomeriggio di festa con le amichette…..adesso però…le formine a forma di servizio da tè non le ho mai viste in giro….mi diresti il nome del fornitore?
    grazie mille
    sei bravissima 🙂
    Fabia

    Rispondi
    • Gelso
      4 novembre 2015 at 12:33 pm (4 anni ago)

      Cara Fabia, ti ringrazio molto! Sono semplici, nulla di complicato, e adatti anche da replicare coi bimbi! La marca degli stampi non la ricordo, ma forse potrebbe essere Guardini! 🙂 Un caro saluto!

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *